rotate-mobile
Incidenti stradali

Intere famiglie distrutte, 56 morti in un anno sulle strade del Foggiano: una carneficina!

Tutti gli incidenti mortali e i nomi delle vittime in provincia di Foggia

Bilancio drammatico sulle strade della provincia di Foggia. L'anno che sta per concludersi si chiude con 56 vittime accertate, sei in più rispetto al 2021. Quasi cinque persone al mese, perlopiù giovani, hanno perso la vita sui tratti urbani, provinciali, statali e autostradali della Capitanata. Intere vite cancellate sulle arterie intrise di sangue, di lamiere accartocciate e pezzi d'auto cosparsi sull'asfalto. Una strage infinita, un dolore atroce. Una carneficina.

DICEMBRE

L'ultimo incidente mortale si è verificato il 30 dicembre sulla Statale 544 che collega Cerignola a Zapponeta, in località Borgo Tressanti. Al 'Bivio della Lupara' ha perso la vita un uomo di 59 anni (i dettagli).

Aveva solo 8 anni il bambino salito al cielo nel giorno di Natale dopo esser stato investito da un'auto sulla Statale 90 a Borgo Segezia.

Nella tarda serata del 6 dicembre, sulla Sp 95, mentre rientravano insieme a Cerignola, due studenti dell'istituto Pavoncelli, Carmine Gervasio e Francesco Pio Costantino di 18 e 19 anni, sono deceduti sul colpo nell'impatto contro un albero di un uliveto.

L'ultimo mese dell'anno è stato macchiato dalla morte di Salvatore Lo Prete, l'anziano di Foggia coinvolto nel sinistro del 21 ottobre di viale Europa, causato da un malvivente in fuga che poco prima aveva tentato di assassinare Ivan Narciso.

Il 4 dicembre, sulla Statale 693, nel violento impatto frontale tra due auto nel tratto tra Cagnano Varano e San Nicandro Garganico, sono morti marito e moglie di 90 e 82 anni. 

NOVEMBRE

Salvatore Ferrara di 49 anni, Donato Nardella di 39 e Francesco Pio Ciavarella di 22 anni, tutti di San Severo, sono morti nel terribile schianto frontale sulla Statale 16 tra un furgoncino e un camion (continua a leggere).

Il 25 novembre Sekou Sankare, lavoratore maliano che viveva nell'Arena di San Severo, è stato travolto e ucciso da un camion mentre andava al lavoro a bordo della sua bicicletta. 

Il 21 novembre, un uomo sulla settantina è deceduto sul colpo dopo il violento impatto tra la auto e un tir alle porte di Foggia, sulla Statale 16 (leggi)

L'8 novembre Gaetano Conversano, l'agricoltore 32enne di Sant'Agata di Puglia travolto da un'auto la sera prima in via Mario Natola mentre stava attraversando la strada con la sua compagna, è deceduto in Rianimazione al Policlinico Riuniti.

OTTOBRE

Si è spento il 25 ottobre, dopo due mesi e mezzo di agonia, Domenico Bonavita, infermiere 46enne del 118 in servizio a Foggia, vittima di un terribile incidente avvenuto il 5 agosto. 

Il 15 ottobre, lungo la strada che collega Mattinata a Vignanotica, un uomo di 47 anni, Nicola Difrancesco, ha perso la vita nell'impatto tra un'auto e la sua moto.

SETTEMBRE

Il 25 settembre Roberto Cassa è deceduto lungo la ex Provinciale 141, che collega Manfredonia a Zapponeta. 

La sera del 22 settembre hanno lasciato la vita terrena Franco Giuseppe Colanero e Monica Fraccacreta, rispettivamente di 49 e 36 anni. Entrambi di San Severo, sono morti in seguto ad un violento scontro frontale tra due auto avvenuto sulla Sp 30 tra San Severo e Torremaggiore.

Il giorno precedente, il 21, sulla strada provinciale 27 tra San Severo e Apricena, aveva perso la vita la 68enne Michelina Ciuffreda.

L'11 settembre un agricoltore di 80 anni, colpito da un malore, si era ribaltato in una cunetta mentre era a bordo di un trattore a Monteleone di Puglia.

Il cuore di Andrea Pileo aveva smesso di battere nella corsa disperata verso l'ospedale della città di San Pio, qualche minuto dopo il violento impatto al bivio di San Matteo, che l'8 settembre è costata la vita al 28enne di Foggia.

Non ce l'aveva fatta Alì, uno dei braccianti agricoli coinvolto nell'incidente del 2 settembre che si era verificato sulla Provinciale 23 nei pressi del Gran Ghetto.

Aveva 59 anni ed era di Carpino, Francesco Ciuffreda, il motociclista morto all'ìngresso di Rodi Garganico, uscita per Lido del Sole, intorno alla mezzanotte e mezza del 3 settembre. 

AGOSTO

E' agosto il mese del 2022 con più vittime, nove in tutto con il decesso avvenuto presso l'ospedale a Casa Sollievo della Sofferenza di uno dei soggetti coinvolti nel violento scontro del 21 agosto sulla Statale 272 - in zona Pantano - sulla strada che collega San Giovanni Rotondo a Monte Sant'Angelo.

Le altre otto vittime sono la 35enne Luigia Boccamazzo, deceduta al Policlinico di Foggia, dove era stata elitrasportata in seguito all'incidente tra la e-bike sulla quale viaggiava insime alla 23enne Amelia Capobianco, morta sul colpo, è un'auto, che le ha travolte. La tragedia, la quarta del mese che ha fatto piangere Lucera - si è verificata sulla Sp 5 che collega la città svevo-federiciana a Pietramontecorvino.

Il 26 agosto, sulla Statale 16 alle porte di San Severo, era deceduto Gino Armellotti, agricoltore di 67 anni della città dell'Alto Tavoliere mentre, a bordo di un trattore, percorreva l'arteria tra le più pericolose d'Italia, dove nel 2021 c'erano stati 6 morti e 85 feriti. (leggi i dati).

Tre giorni prima, il 23 agosto, sulla sp 109 che collega San Severo a Lucera, aveva perso la vita Egidio Di Fiore, 66 anni di Lucera.

La prima vittima della strada del mese funestato da lutti e sciagure, era stata Thomas, il lavoratore migrante morto la sera del 6 agosto sulla Statale 16 in agro di San Severo all'altezza di un'area di servizio. La seconda Michele Altomare, il 41enne autotrasportatore di Zapponeta, morto in un incidente stradale autonomo tra Ordona e Stornarella. L'11 agosto aveva perso la vita Luigi Vetere, regista 29enne di Lucera deceduto lungo la provinciale 41 tra San Nicandro Garganico e Torre Mileto. Il 15 dello stesso mese, in seguito al sinistro avvenuto sulla Sp 58 su un cavalcavia nei pressi di Manfredonia, il cuore di una turista svizzera aveva smesso di battere dopo tre giorni di agonia.

LUGLIO

Un incidente mortale e tre vittime il 10 luglio sul viadotto San Francesco della Statale 693 dei laghi che collega Cagnano Varano a Carpino, in cui hanno perso la vita i coniugi Marco Villanova e Lucia Teresa Forleo, e l’amica che era in auto con loro, Pia De Flumeri. Erano tutti e tre di Castelluccio dei Sauri.

GIUGNO

A giugno, il 25, un uomo di 56 anni e sua figlia di 26 anni, originari di Francavilla Fontana, in provincia di Brindisi, ma residenti a Cassano delle Murge in provincia di Bari, di ritorno da Milano, sono morti sulla autostrada A14, nel tratto tra San Severo e Foggia. Il 12 giugno era stato strappato anzitempo alla vita Alessio Malizia, 29 anni di San Severo, deceduto in seguito ad un incidente stradale avvenuto in agro di San Nicandro Garganico, tra Torre Mileto e Capoiale. Il 3 giugno, sulla strada provinciale 81 che collega Orta Nova a Stornarella, il crudele destino si era accanito contro Salvatore Cangio e Angelo Bartucci di 43 e 49 anni, morti a bordo di una Fiat Panda, dopo lo scontro con una Audi A4.

MAGGIO

Nell’impatto tra un’auto e una moto, un centauro morirà sul colpo la sera del 13 maggio, alle porte di San Severo, sulla strada per San Paolo di Civitate all'intersezione tra la Provinciale 142 e la Sp 32.

APRILE

Il 2 aprile, sulla Statale 16 Adriatica, ha trovato la morte Domenico Papagni, 42 anni di Bisceglie.

Il 6 aprile, Salvatore Cerbone, operaio 38enne, è stato travolto e ucciso nel tratto autostradale tra San Severo e Foggia. 

MARZO

E' salito prematuramente alla casa del padre, Giuseppe Pugliese, 35enne padre di due figli, morto il 22 marzo sul tratto tra Cerignola a Canosa.

Sulla A14, tra Cerignola e Candela, il 13 marzo hanno perso la vita tre religiose salesiane dei sacri cuori dell’istituto Filippo Smaldone di Bari.

Tre mesi prima, l'11 marzo, Luigi Turco, per tutti Gino, l’imprenditore agricolo di Lesina, era rimasto vittima di un violento impatto tra la sua auto e un branco di cinghiali.

FEBBRAIO

Un autista soccorritore del 119 di Cerignola è morto sulla Tangenziale 673, vicino Foggia, il 22 febbraio. Aveva 30 anni.

GENNAIO

E' la morte di Camilla di Pumpo, promettente avvocatessa 25enne di Foggia, ad aver, più di tutte, sconvolto l'intera Capitanata. La sera del 26 gennaio, alle 23.42, una Audi nera, verosimilmente guidata a velocità sostenuta da un ragazzo ventenne di Carapelle, in via Giacomo Matteotti ha travolto la Fiat Panda della ragazza proveniente da via Giovanni Urbano. 

Il 14 gennaio ha lasciato la vita terrena improvvisamente Ferdinando Palladino, il quasi 40enne di Foggia e padre di tre bambini, precipitato con il suo autoarticolato giù dal ponte all'altezza del km 43,100, nel tratto di strada che collega Carpino a Cagnano Varano, a poche decine di metri dall'ingresso della galleria

Il 13 gennaio il cuore di Pasquale Marino, giovane neo papà sanseverese di 19 anni, ha smesso di battere nel tratto tra Apricena e la città dei campanili mentre era bordo della sua Fiat Punto. L’impatto violento contro un albero di ulivo non gli ha lasciato scampo.

Il 6 gennaio, giorno di festa per la ricorrenza dell’Epifania, Nicoletta Selvaggio, l’infermiera 24enne di Trani in servizio presso il presidio di emergenza territoriale di Cerignola, è deceduta intorno alle 7.30 mentre si stava recando al lavoro. La vita di Nicole si è interrotta per sempre alle porte della città ofantina. Successivamente le è stata dedicata la sede della postazione del 118 di Cerignola (guarda il video),

Non avrebbe ancora un nome la persona travolta e uccisa il 9 gennaio in agro di Carapelle, nello stesso punto dove tre giorni prima, il 6 gennaio, ha perso la vita Jamal, il 25enne del Marocco, anch'egli travolto e ucciso da un automobilista costituitosi poi qualche giorno dopo. Non pensavo di aver investito un uomo”

In tema di morti sulle strade, il nuovo anno era cominciato con la notizia della dipartita di Antonio D'Errico, l'agricoltore 73enne di San Severo, deceduto per le ferite riportate nel sinistro del 15 dicembre 2021 (leggi qui).

MORTI FUORI PROVINCIA 

Il 14 novembre si è spenta l'esistenza di Gianpaolo Damato, 24enne di Foggia, morto in seguito all'incidente stradale avvenuto sulla A1, vicino Parma (continua a leggere).

Marco Totaro, ciclista foggiano investito sulla via Aurelia da un'auto guidata da una donna, è morto il 13 novembre dopo 24 ore di agonia. Aveva 31 anni ed era originario di Manfredonia.

Il 20 ottobre è morto in sella alla moto che amava tanto nel tremendo impatto con una Fiat Panda, nell'Aretino, Francesco Palermino, 62enne foggiano ma residente ad Anghiari. 

Il 16 agosto Vito Netti, 32enne originario di Lucera, ha perso la vita a Cesenatico.

Il 25 agosto, Paola Cerimele, attrice d'Agnone legatissima a San Marco in Lamis, è deceduta in seguito a un incidente avvenuto sulla Trignina, tra il Molise e l'Abruzzo, mentre era in macchina con il suo compagno 

Il 15 agosto Eugenio Cosco, carabiniere in servizio a Manfredonia, ha perso la vita mentre in moto rientrava a casa a Barletta dopo il turno di lavoro.

Il 22 luglio, ad Amola, frazione di San Giovanni in Persiceto in provincia di Bologna, morirà la 37enne Giuseppina Basile, originaria di Carpino.

Il 22 maggio sulla strada Ofantina, ma in agro di Melfi, dove lavorava presso la Fiat, lasciava prematuramente i suoi cari Paolo Lomaestro, 50enne di Ordona.

Il giorno precedente, il 21 maggio, un uomo di 59 anni, originario di Panni, perderà la vita all’alba sull'autostrada A16, Napoli-Canosa, nel territorio di Vallesaccarda, nell’Avellinese.

Il 26 aprile, alle porte di San Ferdinando di Puglia, muore la 25enne di Cerignola Rossella Cucchiarale.

Il 28 gennaio Lucera piangerà la morte di Antonio Pastore, tenente colonnello dell'Arma dei carabinieri di 55 anni, investito e ucciso mentre faceva jogging a Roma (leggi qui).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intere famiglie distrutte, 56 morti in un anno sulle strade del Foggiano: una carneficina!

FoggiaToday è in caricamento