Cronaca San Michele / Via Edmondo de Amicis, 22

Crollo via De Amicis: la Procura si affida a Coppe, il più grande esplosivista italiano

E' il più competente esplosivista operativo in Italia, da oggi a Foggia per catalogare reperti e analizzare la struttura: in questo modo accerterà le cause dell'esplosione tracciando eventuali profili di responsabilità

A quasi un mese dall'esplosione in Via De Amicis, a Foggia, che ha provocato la morte di tre persone - è tempo di lasciare spazio alle verità della fisica e della chimica. Scendono in campo, quindi, i “tecnici”, i periti nominati dalla Procura di Foggia che, da ieri, sono all'opera, insieme ai vigili del fuoco e alla polizia municipale, per fare chiarezza in merito a cause e dinamica dell’esplosione avvenuta in un appartamento al piano terra del civico 22 di via De Amicis, zona semicentrale della città.

Si occuperà del caso, tra gli altri, anche Danilo Coppe, tra i più famosi esplosivisti al mondo, giunto a Foggia in mattinata. Cinquantuno anni, Coppe ha fondato a Parma l'Istituto di Ricerca Esplosivistica che tutt’oggi presiede. Geominerario ed esperto di “demolizioni controllate”, è certamente il più noto e competente esplosivista attualmente operativo in Italia.

Con oltre 500 demolizioni controllate alle spalle, infatti, Coppe affianca alla sua normale attività quella di esperto di criminologia, e collabora con diverse procure e con le forze dell'ordine in tutti i casi che riguardino in qualche modo la presenza di esplosivi. Esattamente come sta facendo in queste ore a Foggia.

Coppe si aggira in quello che oggi è lo scheletro di un palazzone di 6 piani risalente agli anni Sessanta dove quattro appartamenti - due al piano terra e due al piano superiore - sono stati letteralmente sventrati da un’esplosione causata da una fuga di gas. Cataloga reperti e analizza la struttura: in questo modo ricaverà la dinamica dell’esplosione e la curva dell’onda d’urto che ha investito altri tre appartamenti.

FOTO | Crollo di Via De Amicis, a Foggia l'esplosivista Danilo Coppe

La perizia tecnica, quindi, accerterà le cause dell'esplosione e traccerà eventuali profili di responsabilità sull’accaduto. Il bilancio dell’esplosione (e del successivo crollo) è stato drammatico: tre le vittime, l’85enne Antonio Morelli, deceduto dopo settimane di agonia, e i coniugi Giusy Fiore, di 28 anni, ed il 37enne Luigi Veneziano estratti dalle macerie già privi di vita.

Tre invece i feriti, tra questi anche il piccolo Salvatore, tre anni ancora da compiere. E’ il figlio della coppia deceduta, estratto vivo dalle macerie nella notte tra il 2 ed il 3 giugno. Disastro colposo e omicidio plurimo colposo i reati ipotizzati, a carico di ignoti, nel fascicolo aperto dalla Procura di Foggia. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Alessandra Fini. 

TESTIMONIAbbiamo chiamato tecnici Amgas perchè sentivamo un forte odore di gas, ma....L'AMGAS: "Cordoglio, ma ispezione senza esito" | LA TRAGEDIA Due morti e quattro feriti | VIDEO | FOGGIA PIANGE, LA POLITICA SI FERMA | LE FOTO DI ROBERTO D'AGOSTINO  GIANNI MONGELLI: "Siamo vicini alle famiglie e al piccolo Salvatore" | LA TRAGEDIA NEL RACCONTO DEL VIGILE DEL FUOCO CHE HA SOCCORSO SALVATORE | | Famiglie sfollate, tra solidarietà e disagi | ECCO IL CONTO AUTORIZZATO PER AIUTARE IL PICCOLO SALVATORE | L'ULTIMO SALUTO DI FOGGIA A GIUSY E LUIGI | Via De Amicis: un'altra tragedia sfiorata | ...PIANGO FORTE E NON MI SENTO... | E' morto Antonio Morelli: sale a tre il bilancio delle vittime

I funerali delle vittime del crollo di via De Amicis: foto di R. D'Agostino

?

Foggia, crollo palazzina via De Amicis: foto di Roberto D'Agostino

FOTO | Foggia, crolla palazzina in via De Amicis: morti e feriti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo via De Amicis: la Procura si affida a Coppe, il più grande esplosivista italiano

FoggiaToday è in caricamento