Cronaca San Michele / Via Edmondo de Amicis, 22

Si indaga sul crollo di via De Amicis. Amgas: "Cordoglio, ma ispezioni senza esito"

Due tecnici sono intervenuti alle 19.43 in via De Amicis 20. Il metanometro non ha rilevato tracce di metano nell'aria. Risultano agli atti la segnalazione, l'intervento e il verbale redatto durante il sopralluogo

Sono stati ascoltati dagli agenti della Questura di Foggia i tecnici dell’Amgas che ieri pomeriggio, rispondendo a una richiesta di intervento pervenuta dal civico 20 di via De Amicis, hanno effettuato un sopralluogo per verificare la presenza di una fuga di gas, la stessa che di lì a poco avrebbe provocato il crollo della palazzina, la morte di Luigi Veneziano e Giuseppina Fiore, il ferimento del piccolo Salvatore, di Antonio Morelli e dei coniugi Campilongo e Ricucci.

Sia i nastri delle telefonate che il metanometro - l’apparecchiatura utilizzata da due tecnici - sono stati sequestrati. Nel corso delle indagini coordinate dal procuratore Alessandra Fini, è stato ascoltato anche il direttore generale dell’azienda che gestisce il servizio pubblico del gas naturale, Marcello Iafelice. Risultano agli atti la segnalazione, l’intervento e il verbale redatto durante il sopralluogo.

Dopo una prima verifica compiuta all’esterno della palazzina, i tecnici del gas si sarebbero spinti anche al primo piano dello stabile, ma non avrebbero riscontrato alcuna fuga di gas. In una nota a mezzo stampa - dopo le dichiarazioni fornite dai residenti della zona - Amgas SpA esprime cordoglio alle famiglie delle vittime della tragedia avvenuta in via De Amicis mettendosi a disposizione dell’autorità giudiziaria per collaborare all’accertamento della sua dinamica.

AMGAS SPA  | Ai titolari delle indagini è già stato comunicato che la zona dell’incidente è stata oggetto di un’ispezione tecnica da parte della squadra di pronto intervento a seguito di una telefonata, giunta alla sala operativa alle 19.17 del 2 giugno, con cui un cittadino residente al civico 20 di via De Amicis ha segnalato ‘puzza di gas nell’aria’.

Alle 19.43 i tecnici di Amgas sono giunti sul posto ed hanno effettuato tutte le procedure previste dal protocollo aziendale. E’ stato utilizzato anche il metanometro per misurare la concentrazione di metano nell’aria. I controlli, effettuati con la fattiva collaborazione di chi aveva richiesto l’intervento, hanno interessato le tubazioni a piano terra e primo piano del civico 20 e l’area immediatamente circostante.

Concluse le attività con il riscontro dell’integrità delle tubazioni in facciata e l’insussistenza di odori o di tracce di metano nell’aria, alle 20.01 gli operatori si sono accomiatati dai presenti e, una volta rientrati, hanno redatto il rituale rapporto.

Nessun’altra segnalazione è giunta ad Amgas dopo quell’ora, come attestato dalle registrazioni delle conversazioni successive effettuate sulla linea del pronto intervento. Registrazioni già messe a disposizione dell’autorità giudiziaria e di chi sta indagando sull’incidente. Amgas offrirà alla magistratura tutta la collaborazione necessaria alla ricostruzione dell’accaduto, anche a garanzia degli utenti ed a tutela del proprio nome.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si indaga sul crollo di via De Amicis. Amgas: "Cordoglio, ma ispezioni senza esito"

FoggiaToday è in caricamento