Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport

Stroppa: "Primo tempo eccellente, palleggio da gestire meglio. Arrabbiato per il rosso a Padovan"

Il tecnico rossonero al termine della sfida pareggiata con la Casertana non nasconde la delusione, ma elogia i suoi per la prima parte di gara: "E' stato il miglior primo tempo della stagione, impensabile tenere quei ritmi fino alla fine". E sull'espulsione dell'attaccante: "Non esiste che si faccia un fallo del genere a cinque secondi dalla fine"

Il sorriso c'è sempre, anche se molto tirato e poco spontaneo. E d'altronde non potrebbe essere altrimenti: nascondere la delusione per un pareggio interno, e soprattutto per come si è costruito, è difficile. 

APPROCCIO - Non si nasconde neppure Stroppa, conscio dei difetti palesati dalla sua squadra, dei tanti errori evidenziati con la Casertana. La gestione della seconda parte della prima frazione, all'approccio estremamente molle di inizio ripresa, non possono essere piaciuti al tecnico. Eppure l'inizio era stato incoraggiante: "E' stato un Foggia eccellente per mezz'ora circa, posso dire che sia stato il miglior primo tempo della stagione", si sbilancia il mister, che poi passa in rassegna gli aspetti negativi: "Nel momento topico, invece di gestire la palla ci siamo allungati. La Casertana è venuta a prenderci alti e siamo andati in difficoltà. E' impensabile tenere certi ritmi per una gara intera, quindi bisognava curare meglio la gestione del palleggio". 

GIOCO - Approccio molle e reazione quando la squadra è rimasta in dieci: "Abbiamo avuto un atteggiamento da grande squadra. Il blackout che abbiamo avuto può anche starci se poi torni subito a fare quello che hai fatto a inizio gara. E sulle tante ripartenze concesse agli avversari: "E' una nostra caratteristica che può essere vista anche da un punto di vista positivo: noi siamo così, cerchiamo sempre di andare in avanti. Abbiamo creato le occasioni per chiudere la partita e anche in dieci siamo andati due volte in porta con Agazzi e Sarno". 

SCELTE - Chiare le idee anche sulle scelte dall'inizio e a gara in corso: "Gerbo non si è allenato per tutta la settimana, e ho inserito Agnelli. Sarno falso nove? Mi dava più palleggio di Padovan, che in questo momento è in ritardo rispetto agli altri attaccanti. Non ho adoperato il terzo cambio perché Maza stava facendo bene, e con Sarno speravo di cercare le combinazioni con Angelo". 

NERVOSISMO - Capitolo cartellini. Il Foggia mette in cascina altri due rossi, seppur arrivati in maniera differente: "Su quello di Loiacono non saprei, entrambi i giocatori sono entrati con la gamba alta. Mi fa incazzare l'espulsione di Padovan, non esiste che si faccia un'entrata del genere a cinque secondi dalla fine". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroppa: "Primo tempo eccellente, palleggio da gestire meglio. Arrabbiato per il rosso a Padovan"

FoggiaToday è in caricamento