rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Calcio

Il Cerignola cala il poker al Bisceglie e torna in zona play-off

Perentorio 4-0 rifilato ai nerazzurrostellati. Tutti i gol nella ripresa

Il Cerignola torna ad essere “Audace” e lo fa con un perentorio 4-0 rifilato la Bisceglie al “Monterisi”. I nerazzurrostellati di Danilo Rufini reggono un tempo, poi i gialloblu di Michele Pazienza calano il poker nella ripresa. Al 4’ capitan Allegrini insacca di testa sugli sviluppi di un corner; al 26’ tocca a Mincica bucare la porta biscegliese; al 31’ è Tascone a sfruttare un cross basso di Loiodice; al 36’ Loiodice realizza un calcio di rigore concesso dall’arbitro per fallo di Farinola su Muscatiello.

Con questa vittoria il Cerignola riaggancia la zona play-off: quinto posto a 13 punti, quattro in meno della capolista Bitonto e miglior attacco del torneo con ben 15 reti messe a segno in sette gare di campionato.

“Nonostante il risultato faccia immaginare altro – commenta a fine gara mister Michele Pazienza – non è stata una partita facile ma piena di insidie. Abbiamo provato anche a sbloccarla nel primo tempo ma, probabilmente, non siamo stati cinici. In apertura di ripresa è arrivato l’episodio che ci ha sbloccato andando ad aumentare quella cattiveria agonistica che ci era mancata nel primo tempo. Sono orgoglioso della prova fornita dalla mia squadra perché dimostra quello che è il nostro percorso di crescita. Siamo rimasti concentrati durante tutta la partita non lasciandoci prendere dalla frenesia. Sappiamo che ci saranno tante altre gare in cui i nostri avversari penseranno a difendersi con tutti gli effettivi e dovremo sempre essere bravi a stare sul pezzo e a non demordere, consapevoli che bisogna essere costanti per cogliere al meglio gli episodi che, prima o poi, arrivano sempre nel corso dei 90 minuti. Ora ricarichiamo le batterie in vista della difficile trasferta di Caserta e non guardiamo la classifica. Il campionato è ancora lungo e non dobbiamo farci influenzare da nessun numero”, conclude l’allenatore del Cerignola.

“Per chi non ha visto la partita, il risultato potrebbe sembrare roboante – commenta a fine gara l’allenatore del Bisceglie, Danilo Rufini – Tuttavia il primo tempo è stato di grande equilibrio con due squadre che hanno rispettivamente provato a fare la gara, creando anche qualche occasione da gol. Nella ripresa siamo rientrati in campo consapevoli di poter provare anche a vincere ma il gol in apertura del Cerignola e il raddoppio scaturito da una nostra ingenuità difensiva, ci hanno tagliato le gambe. Ho provato a cambiare modulo inserendo un attaccante e l’espulsione ha chiuso la partita. Sono amareggiato perché per come avevamo preparato la gara l’abbiamo interpretata bene per un tempo, nonostante le pesanti assenze di Coletti, Marino e Leonetti. Peccato per le due ingenuità sui primi due gol del Cerignola”, conclude Danilo Rufini.

Audace Cerignola (4-2-3-1): Tricarico; Vitiello (36' st Basile), Allegrini, Silletti, Dorval (26' st Russo); Agnelli (17' st Tascone), Maltese; Achik (26' st Muscatiello), Mincica, Loiodice; Palazzo (17' st Longo). Allenatore: Michele Pazienza.

Bisceglie (3-5-2): Martorel; Ligorio (41' st Goffredo), Urquiza, Barletta (24' st Liso); Izco, Carbone (13' st Ferrante), Di Prisco, D'Angelo (34' st Farinola), Rubino (26' st La Piana); Morra, Lorusso. Allenatore Danilo Rufini.

Arbitro: Olmi Zippilli di Mantova. Assistenti: Gervasini e Cavalli.

Reti: st 4' Allegrini, 26' Mincica, 31' Tascone, 36' Loiodice (rig.).

Note: angoli 10-1; recupero 1' + 1'.

Espulso: al 30' st Urquiza.

Ammoniti: Di Prisco, Silletti, Ligorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cerignola cala il poker al Bisceglie e torna in zona play-off

FoggiaToday è in caricamento