Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica

Bordo chiede pene severe per chi avvelena l’ambiente: “Grave il coinvolgimento di un dirigente Arpa”

Il presidente della Commissione Politiche UE della Camera, commenta gli esiti dell'indagine condotta dalla DDA di Bari: "La tutela dell'ambiente e della salute pubblica deve essere sempre una priorità per lo Stato spe-cie in quelle aree già drammaticamente segnate dall'inquinamento

"Chi ha avvelenato i terreni e l’ambiente con lo sversamento di rifiuti merita pene severe. Non è tollerabile lucrare sulla salute di intere comunità".

Lo afferma l'on. Michele Bordo, presidente della Commissione Politiche UE della Camera, commentando gli esiti dell'indagine condotta dalla DDA di Bari "a cui rivolgo, unitamente alle Forze dell'Ordine impiegate sul campo, il mio ringraziamento per aver posto fine ad un'attività delittuosa perpetrata per anni".

I NOMI DEGLI ARRESTATI

COSÌ LA POLITICA DAVA IL PASS ALLA MALA

"La tutela dell'ambiente e della salute pubblica deve essere sempre una priorità per lo Stato - continua Bordo – specie in quelle aree già drammaticamente segnate dall’inquinamento”.

BARONE: “AUDIZIONI PER ACCERTARE LE CAUSE”

“Se il processo lo dovesse confermare, sarebbe particolarmente grave il coinvolgimento in episodi di corruzione di un dirigente dell'ARPA Puglia, perché mina la credibilità di un'agenzia pubblica che lavora per il bene comune, e di politici che nel recente passato hanno avuto incarichi amministrativi, perché aggrava il senso di sfiducia nelle istituzioni.

Attendiamo gli esiti ulteriori delle indagini – conclude Michele Bordo - fiduciosi nel buon lavoro investigativo svolto da magistrati e forze dell'ordine".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bordo chiede pene severe per chi avvelena l’ambiente: “Grave il coinvolgimento di un dirigente Arpa”

FoggiaToday è in caricamento