Sabato, 25 Settembre 2021
Politica Monte Sant'Angelo

Parco del Gargano, sul benservito a Villani irrompe Casanova: "Disgustato dai cinquestelle, la politica stia lontana"

L'europarlamentare della Lega Massimo Casanova replica ai vertici foggiani del Movimento 5 Stelle in merito alle dichiarazioni sulla revoca dell'incarico da direttrice a Maria Villani da parte del presidente del Parco Nazionale del Gargano, Pasquale Pazienza

Sul benservito del direttore del Parco Nazionale del Gargano Pasquale Pazienza all'ormai ex direttrice dell'Ente, la 38enne di Foggia Maria Villani, "per non aver superato il periodo di prova", e all'indomani delle dichiarazioni a mezzo stampa dei parlamentari foggiani del M5S e, forti, via Facebook, della consigliera regionale Rosa Barone, irrompe l'europarlmentare di Lesina e braccio destro di Matteo Salvini, Massimo Casanova, che si dice "disgustato" dall'attacco politico di marca pentastellata.

"Non conosciamo ancora nel merito le ragioni - anche se notizie di stampa parlano di fatti “gravi” - per le quali il presidente del Parco ha revocato il contratto del direttore ai sensi della Legge e del contratto stesso che prevede il superamento di un periodo di prova - ma alla politica diciamo di stare lontana".

Casanova aggiunge che "ogni ingerenza, compresa quella del ministro Costa, è sintomo di una grave patologia: la lottizzazione e il poltronificio".

E sottolinea che "la legge disciplina con chiarezza e precisione la procedura di nomina e di revoca del direttore di un Parco e chi della trasparenza e della legalità ne ha fatto presunta bandiera lo tenga bene a mente".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco del Gargano, sul benservito a Villani irrompe Casanova: "Disgustato dai cinquestelle, la politica stia lontana"

FoggiaToday è in caricamento