Alberghiero senza laboratori, Provincia sotto accusa: “Passi ai fatti con urgenza"

Il consigliere provinciale Pino Lonigro scrive ad Alba Sasso e striglia l'amministrazione provinciale: "Vanno immediatamente realizzati i laboratori, indispensabili per la formazione dei giovani"

La protesta degli studenti

Torna alla ribalta il tema dell’alberghiero Einaudi di Foggia, sprovvisto dei laboratori di cucina, pasticceria, sala e bar e ricevimento utili agli alunni che frequentano l’istituto di poter acquisire le competenze didattiche e professionali previste dall’offerta formativa dell’istituto che alcuni mesi fa – da Torre di Lama – si è trasferito all’ex ITC Rosati di via Napoli. A prendere in mano la situazione è Pino Lonigro, che ha inoltrato un’interpellanza urgente all’assessore al diritto allo studio, Alba Sasso “perché valuti i possibili interventi e le iniziative utili a realizzare i lavori”. Si tratta di adeguarlo alle norme di sicurezza in vigore, dotandolo di tutti i comfort necessari alla più appropriata istruzione e realizzando i laboratori”.

Il 12 novembre scorso gli studenti erano scesi in piazza, per difendere il diritto allo formazione e denunciare l'immobilismo della Provincia, in quella occasione accusata di non essere riuscita a garantire i laboratori ai circa 800 alunni che frequentano il plesso di via Napoli. Qualche giorno dopo il dirigente scolastico Tonino Soldo scrisse al premier Renzi, chiedendogli di intervenire: "Faccia qualcosa, ci aiuti e aiuti gli alunni" scrisse.

Queste le dichiarazioni del consigliere regionale: “Non si può pensare nel 2015, nell’era della tecnologia digitale, che gli alunni non abbiano a disposizione strumenti idonei e adeguati alla loro formazione, non è concepibile che la struttura sia tutt’ora priva di rete informatica e di collegamento alla rete internet. Questo non è giusto e non deve accadere, per questo ho inviato un’interpellanza all’assessore Alba Sasso al diritto allo studio, affinché si trovino le necessarie soluzioni per eliminare queste ingiustizie”.

Lonigro prosegue: “L’Einaudi da decenni forma giovani professionisti nel settore della ristorazione, dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera, settori vitali per l’economia della Capitanata e dell’intera Puglia e che contribuiscono a valorizzare le nostre tradizioni culinarie, facendole conoscere in tutto il mondo. L’amministrazione provinciale deve passare dalle promesse ai fatti, con urgenza e senza tentennamenti. La struttura va adeguata e vanno immediatamente realizzati i laboratori che sono indispensabili per la formazione dei giovani trasportando presso la nuova sede le attrezzature che giacciono ancora nella vecchia sede di Torre di Lama”

E conclude: “Non è concepibile che a tutt’oggi gli alunni dell’Istituto d’Istruzione Superiore Statale ‘Einaudi’ di Foggia siano costretti a studiare solo in teoria quello che, un giorno non lontano, dovrebbero realizzare nel mondo del lavoro. È ora di darci una mossa e trovare la soluzione per creare le basi ed un futuro ai tanti giovani che hanno voglia di imparare professioni così nobili ed importanti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento