menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Operazione antimafia a Foggia, il 'grazie' di Landella: "Chi pensava ad una città abbandonata e ad uno Stato assente si è sbagliato di grosso"

Il sindaco: "Quella di oggi è una nuova e bella giornata di gioia per la Foggia perbene e per la stragrande maggioranza di una città laboriosa ed onesta"

Bombe ed estorsioni a Foggia, dal sindaco di Foggia, Franco Landella, il "grazie della comunità di Foggia per l’operazione condotta oggi contro malaffare, mafia ed estorsioni. È la plastica dimostrazione, a pochi giorni dall’infame e vile attentato dinamitardo nei confronti del Centro ‘Il Sorriso di Stefano’, che lo Stato esiste, non arretra in questa battaglia e non si fa intimorire dai rigurgiti di violenza della criminalità", spiega il primo cittadino.

"Celebrare questo ennesimo successo non è vuota retorica ma consapevolezza dell’importanza e dell’efficacia del lavoro svolto dalla ‘Squadra Stato’. Alla paura si risponde con i fatti, al terrore si replica con la fermezza della repressione, alla spregiudicatezza della malavita si contrappone il profumo della legalità. Chi pensava ad una Foggia abbandonata e ad uno Stato assente si è evidentemente sbagliato di grosso".

Il Ministro annuncia un incremento delle forze di polizia. "Voglio che si vedano, noi con i foggiani" 

"Quella di oggi - continua Landella - è una nuova e bella giornata di gioia per la Foggia perbene e per la stragrande maggioranza di una città laboriosa ed onesta. Ed è particolarmente simbolico che tutto questo sia accaduto nell’immediatezza dell’annuncio del Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, circa la nascita della Sezione della DIA a Foggia e l’incremento di uomini e mezzi per Forze dell’Ordine e Magistratura, oltre che in prossimità della visita a Foggia, per partecipare ad un incontro organizzato dall’Università degli Studi di Foggia in collaborazione con l’Arcidiocesi Foggia-Bovino e la Fondazione ‘Buon Samaritano’, del Procuratore Nazionale Antimafia Federico Cafiero de Raho. 
Foggia ringrazia coloro i quali stanno combattendo in prima linea. E la sua comunità, ciascuno per la propria funzione ed il proprio ruolo, è decisa a fare argine contro chi pensa di poter calpestare ed umiliare la nostra città”.

In Evidenza
Attualità

Pio e Amedeo non l'hanno presa bene: "Non fate finta di non capire quello che abbiamo detto". Selvaggia Lucarelli: "Studiate"

Attualità

Pio e Amedeo tacciati di "superficialità" dalla comunità ebraica. Battute sull'avarizia? "Si radica razzismo che favorisce fenomeni più gravi"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento