Sabato, 19 Giugno 2021
Politica

Le liste Con e Agricoltori per Lucera pronte a disertare le consultazioni di Pitta: "Senza smentita di un accordo con la minoranza non partecipiamo"

I due gruppi si dicono disponibili ad un incontro, in data e luogo da concordare, solo previa dichiarazione del sindaco dimissionario che escluda categoricamente qualsiasi accordo politico con forze di opposizione

"Una nostra partecipazione a qualsivoglia iniziativa volta a ricomporre una maggioranza e riprendere la normale attività amministrativa, pur con dovuti cambi di passo, non può prescindere da una sua smentita ufficiale e categorica circa il possibile accordo con alcune forze di minoranza che, storicamente, il nostro movimento ha sempre avversato".

Così le liste Con Lucera e Agricoltori per Lucera, in una lettera indirizzata all'avvocato Giuseppe Pitta, che lo scorso 31 maggio ha rassegnato le sue dimissioni dalla carica di sindaco, si dicono oggi "disponibili ad un incontro in date da concordare previa una sua dichiarazione che escluda qualsiasi accordo politico con forze che nulla hanno a che vedere con il progetto originario di Facciamo Piazza Pulita".

Altrimenti non parteciperanno alle consultazioni già indette dal sindaco dimissionario per verificare se ci siano le condizioni per proseguire la consiliatura.

Nell'occasione, i due gruppi che hanno aperto la crisi al Comune di Lucera abbandonando la maggioranza, rammentano che, più volte, "hanno cercato occasioni di confronto e chiarificazione cadute nel vuoto". Anche in questo caso, non condividono il metodo: "le modalità organizzative di tali consultazioni - scrivono nella missiva - avrebbero necessariamente dovuto prevedere il reale coinvolgimento di tutti, a partire dalla scelta delle date, calate dall’alto come al solito". Trattandosi di incontri politici, inoltre, considerano "del tutto inopportuno" tenerli presso il Palazzo di Città, "peraltro anche fuori dagli orari d’ufficio".

Oggi, intanto, in una diretta social, l'ex sindaco di Lucera e consigliere regionale Antonio Tutolo è tornato sulla crisi politica, ribadendo i concetti espressi in un'intervista a FoggiaToday: "Non mi tirate in ballo, risolvete i problemi se avete l'intelligenza per farlo, soprattutto parlando, chiedendo scusa a chi si deve. La parola scusa non è un segno di debolezza ma di intelligenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le liste Con e Agricoltori per Lucera pronte a disertare le consultazioni di Pitta: "Senza smentita di un accordo con la minoranza non partecipiamo"

FoggiaToday è in caricamento