Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica

Benvenuto “scarica” Mongelli e affonda il colpo contro l’Amgas e Dicecca

"Mongelli dovrebbe uscire dal suo silenzio assordante firmando la revoca dell'incarico al dott. Dicecca"

Dura nota del commissario cittadino del PSI, Angelo Benvenuto, all’indirizzo del sindaco Gianni Mongelli, invitato a “uscire dal suo silenzio assordante firmando la revoca dell’incarico al dott. Dicecca”, attuale amministratore delegato dell’Ataf.

REPORTAGE BALLARO’ | Angelo Benvenuto: “Il reportage di Ballarò è un punto di non ritorno per l’Amministrazione Comunale guidata da Gianni Mongelli. Il danno di immagine che ne subisce la città è di quelli che non si recuperano facilmente. Dopo essere approdati alle cronache nazionali per i cumuli di immondizia e per i compensi fuori ogni logica dei dirigenti di Palazzo di Città, la città di Foggia viene fotografata nei suo aspetti più impietosi senza che ci sia un solo sussulto di dignità. Il sindaco è assente e non prende posizione. Un sindaco il cui gradimento da parte dei cittadini è ormai così basso da non essersi nemmeno classificato nella classifica dei primi cittadini stilata da Data Monitor.

EX MUNICIPALIZZATE | La situazione generale è drammatica e sta peggiorando giorno dopo giorno, mentre la situazione politica è incandescente. Le aziende pubbliche ex municipalizzate sono ormai al collasso e hanno bisogno di interventi rapidi prima che sia troppo tardi. Occorre sostituirne i vertici con persone responsabili e qualificate. Occorre altresì che qualcuno spieghi come vengono usati i soldi pubblici all’azienda Amgas, che nel solo ultimo anno ha impiegato – (sarebbe forse meglio dire sprecato) oltre mezzo milione di euro in consulenze. Mezzo milione di euro – sottolineiamo – cioè un miliardo di vecchie lire. Ed il sindaco Mongelli non sembra esserne a conoscenza.

LA REPLICA DEL SINDACO

ATAF | Non va meglio all’azienda dei trasporti Ataf, dove Dicecca non ha problemi a mettere in difficoltà, con le sue dichiarazioni, all’inviato di Ballarò, l’azienda e la sua proprietà. Riteniamo che Dicecca abbia violato, con dichiarazioni approssimative e non veritiere, il dovere di riservatezza, tradendo il vincolo fiduciario all’origine del suo mandato. Gianni Mongelli dovrebbe uscire dal suo silenzio assordante firmando la revoca dell’incarico al dott. Dicecca.  

L’APPELLO A MONGELLI | Il sindaco Gianni Mongelli, che non merita più neanche una citazione dagli Istituti di ricerca, esca dal silenzio e prenda posizione nell’interesse della Città che lo ha eletto sindaco. Si ricordi che indossa la fascia tricolore nel nome e nell’interesse di Foggia e dei suoi cittadini. Riteniamo urgente e non più differibile una riunione dei partiti di maggioranza, per chiarire le questioni che rendono pesante la situazione dell’Ente Comune di Foggia. Stanchi di attese infinite, sarà nostra cura prendere accordi con i segretari di partiti di maggioranza per definire la data dell’incontro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Benvenuto “scarica” Mongelli e affonda il colpo contro l’Amgas e Dicecca

FoggiaToday è in caricamento