rotate-mobile
Cronaca

Sgomberi a Foggia, Arca Capitanata sul caso di via De Lillo: "Prescindono dall'ordine cronologico"

L'ente risponde alla richiesta di accesso agli atti avanzata dal legale della donna allontanata dall'alloggio, occupato abusivamente, nella penultima tornata di sgomberi ordinati dalla Prefettura di Foggia

Gli sgomberi recentemente ordinati dalla Prefettura di Foggia, “prescindono” - per modalità e criteri - “dall’ordine ‘cronologico’ che tenga conto della data di acquisizione della notizia di ciascuna occupazione abusiva e/o di notifica di ciascun provvedimento di rilascio”.

Così Arca Capitanata nel rispondere alla richiesta di accesso agli atti (“elenchi cronologici formati per l’esecuzione dei provvedimenti di sfratto in relazione al periodo di illecita occupazione”), anticipata sulle pagine di FoggiaToday, dal legale della donna che, lo scorso 21 febbraio, è stata allontanata dall’abitazione di via De Lillo, a Foggia, risultata occupata abusivamente.

Il caso è oggetto di un procedimento penale (occupazione abusiva e danneggiamento i capi d'accusa), incardinato dinanzi al Tribunale Monocratico di Foggia (qui i dettagli) ed è stato sollevato dall'associazione di legalità 'Giovanni Panunzio', con il sostegno dell'ex senatore Nicola Morra.

Le occupano l'alloggio e perde residenza, reddito di cittadinanza e assistenza sanitaria 

La richiesta del legale era finalizzata a conoscere i “criteri di priorità” con i quali la Prefettura pianifica e ordina gli sgomberi in via di esecuzione a Foggia (da novembre ad oggi sono stati liberati 23 alloggi occupati sine titulo). Al riguardo l’Arca spiega di aver “trasmesso, alla competente Prefettura di Foggia, l’elenco degli occupatori sine titulo di alloggi di edilizia residenziale pubblica di relativa proprietà, destinatari di rispettivi provvedimenti di rilascio ex art. 20 della L. R. Puglia n. 10/2014, regolarmente notificati”.

“Tale elenco, nel corso degli anni, è periodicamente aggiornato con le ulteriori posizioni acquisite agli atti di questa Agenzia con relativa trasmissione alla Prefettura, la quale, nell’ambito della Cabina di Regia istituita ai sensi dell’art. 11 della 1. n. 48/2017, e in esito a tutte le verifiche normativamente previste, condotte rispetto ai relativi occupatori abusivi, individua gli sgomberi da effettuare, secondo modalità e criteri che prescindono dall’ordine 'cronologico' che tenga conto della data di acquisizione della notizia di ciascuna occupazione abusiva e/o di notifica di ciascun provvedimento di rilascio".

Pertanto, conclude la note, l’esigenza del legale – ovvero “verificare l’ordinato procedere dell’ufficio competente nella scelta degli alloggi per i quali procedere alla liberazione” – “non può trovare soddisfazione attraverso la visione e/o estrazione di alcun documento amministrativo prodotto e detenuto da questa Agenzia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgomberi a Foggia, Arca Capitanata sul caso di via De Lillo: "Prescindono dall'ordine cronologico"

FoggiaToday è in caricamento