Clamoroso in serie B, il Tar del Lazio accoglie il ricorso dei club: si torna a 22 squadre?

Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio ha dichiarato illegittimo il provvedimento con il quale l’ex commissario della Figc Fabbricini decretò il cambio di format del campionato. La palla torna alla Figc. Non è escluso che il campionato torni subito a 22 con il ripescaggio di tre squadre

Ci sarebbe da ridere se non ci fosse da piangere. Amaramente. Quello che sta accadendo in serie B sembra fotografare alla perfezione il caos che ha contraddistinto il calcio italiano negli ultimi anni. Perché solo in un Paese dove le regole non funzionano, dove chiunque pensa di poter fare ricorso a un ente ulteriore, sconfessando di fatto la giustizia sportiva, si può arrivare alla fine di ottobre, con un quarto di campionato già andato in archivio, e dover riformulare i calendari di ben quattro campionati.

Sì, signori. Avete capito bene. E’ quanto ha disposto il Tar del Lazio, che ha accolto il ricorso di Pro Vercelli e Novara, sospendendo i provvedimenti impugnati dai due club sul nuovo format della Serie B che, ricordiamo, quest’anno è a 19 squadre.
In parole povere, il Tribunale Amministrativo Regionale ha ritenuto illegittima la decisione da parte della Figc di modificare il format della serie Cadetta.

Che cosa succede ora? La palla torna alla Federcalcio che ora avrà una bella matassa da sbrogliare. Due le possibili soluzioni: lasciare il mondo come si trova, e quindi corrispondere alle società ricorrenti un cospicuo risarcimento, e far ripartire la Serie B a 22 squadre dalla prossima stagione, oppure ripristinare il format da subito. Ma a questo punto si dovrà mettere mano ai calendari di B e di Serie C dove da settimane la situazione è ai limiti del grottesco, con squadre che hanno già disputato 8 gare e altre ferme a una. C’è poi la questione ripescaggi, perché le squadre che hanno fatto richiesta sono cinque (oltre a Pro Vercelli e Novara ci sono Ternana, Siena e Catania) per i tre posti a disposizione in B. Ragion per cui le quattro gare di serie C, valide per il recupero della prima giornata (Pontedera-Novara, Pro Piacenza-Robur Siena, Pro Vercelli-Piacenza e Ternana-Rimini) sono state rinviate dalla Lega Pro.

Non il miglior modo per iniziare il proprio incarico da presidente della Figc per Gabriele Gravina, che nel pomeriggio di ieri ha incontrato gli avvocati della Figc. Intanto è in corso l’Assemblea convocata dalla Lega B. Nell’ordine del giorno anche le “valutazioni e determinazioni in merito al provvedimento reso dal Tar del Lazio in data 24 ottobre 2018”. C’è chi avanza l’ipotesi che possa essere sospesa la giornata di serie B e che quindi questo weekend non si giochi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La Puglia diventa gialla: da domenica riaprono bar e ristoranti (fino alle 18) e via libera agli spostamenti tra comuni

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • Lo strano caso della Puglia 'Gialla' ma a 'rischio alto': foggiani verdi ma di rabbia

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

Torna su
FoggiaToday è in caricamento