Impianti sportivi minori, Dell’Aquila: “Tutti i concessionari pagheranno l’affitto”

Quelli concessi dalla giunta Mongelli frutterebbero già 468 euro mensili. Pasquale Dell’Aquila, consigliere comunale con delega alle politiche dello Sport, annuncia l’emissione di un bando pubblico

Palazzo di Città

Nel capoluogo dauno è finita la pacchia. I concessionari degli impianti sportivi minori pagheranno un affitto mensile che servirà a garantire le attività di manutenzione ordinaria e straordinaria, che altrimenti il Comune di Foggia avrebbe difficoltà a finanziare. Pasquale Dell’Aquila, delegato alle politiche dello Sport a Palazzo di Città, prova a far chiarezza sulla situazione attuale degli impianti più piccoli, dei sei da calcetto e dei due da tennis di proprietà comunale. Secondo quanto riferito dal consigliere comunale, cinque campi di calcetto sono stati affidati in gestione a titolo gratuito tra il 2006 e il 2008, mentre gli impianti residui sono stati concessi lo scorso anno e frutterebbero un canone mensile di 468,75.

“L’amministrazione Mongelli ha assegnato la gestione degli impianti sportivi minori esclusivamente a titolo oneroso e si appresta a riorganizzare anche questo settore con l’emissione di un bando pubblico che prevederà introiti per il Comune allineati alle previsioni del ‘salva città’”. Dell’Aquila precisa che quelli più grandi sono a titolo oneroso e che, per evitare disparità di trattamento, tutti i concessionari dovranno corrispondere un fitto a fronte di convenzioni che abbiano una durata certa e congrua sotto il profilo dell’economicità della gestione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“D’altronde, è l’unica strada percorribile per garantire le attività di manutenzione ordinaria e straordinaria che, altrimenti, il Comune avrebbe difficoltà a finanziare, condannando le strutture al degrado ed al vandalismo. E’ falso affermare che nessuno paghi, come fatto da alcuni magari per giustificare e legittimare la morosità di uno degli attuali gestori – conclude il consigliere comunale – e radica nell’opinione pubblica l’idea che l’amministrazione comunale non riesca a valorizzare il proprio patrimonio ed a fornire servizi efficienti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Conte firma il nuovo Dpcm: locali chiusi a mezzanotte, feste in casa massimo in sei e quarantena da 14 a 10 giorni

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento