Martedì, 23 Luglio 2024
Sport

Di Piazza si presenta alla grande, Mazzeo si conferma: le pagelle di Foggia-Francavilla

L'ex Vicenza mette a segno una doppietta nel finale che scatena lo Zaccheria. Altra grande prestazione, con gol, per l'attaccante ex Benevento. Straordinaria la prestazione di Rubin. Bene anche difesa e centrocampo

Sarebbe riduttivo parlare di Foggia che vince e convince. Perché il 5-1 alla Virtus Francavilla racchiude un sacco di significati, da setacciare uno ad uno e analizzare approfonditamente. I gol, la prestazione, l’atteggiamento, un tangibile cambiamento anche nella gestione del vantaggio. Poi ci sono i singoli, dall’esordiente Deli, all’instancabile Rubin, passando per un Vacca in crescita, fino a loro due: Mazzeo e Di Piazza. Il primo conduce la squadra alla vittoria già nel primo tempo, con una doppietta, confermandosi bomber oltre che attaccante di grande manovra. Il secondo si prende la scena nel suo esordio allo Zaccheria con due gol in tre minuti, che ingrassano il punteggio e fanno letteralmente impazzire il pubblico con il quale è già grande amore. Infine, e non è un dettaglio marginale, c’è la classifica. La vittoria è una risposta allo striminzito 1-0 con cui il Matera ha regolato la Vibonese in casa, e permette di staccare la Juve Stabia impantanatasi a Messina. Il tutto in attesa della risposta del Lecce, impegnato lunedì a Catanzaro.

Le pagelle dei rossoneri

Guarna 6 – Deve aspettare il 21’ del secondo tempo per testare la tenuta dei guanti. Il tiro di Pastore non ha però un gran coefficiente di difficoltà. Il portiere però c’è sempre, al netto di un paio di uscite da urlo.

Loiacono 7 – Acquisisce padronanza di un ruolo che comincia a calzargli bene, come in quelle diete che danno risultati incoraggianti. Bada poco ai fronzoli, pulendo la zona di competenza con le buone e le cattive. C’è poi il sigillo, il secondo in stagione, che chiude il match già al 44’. Angelo può recuperare con calma.

Coletti 6,5 – Piazza il 100° gettone in rossonero. Lo celebra con un’altra grande prestazione, fotografata da un tackle Un tackle duro quanto pulito che annulla lo spauracchio Nzola a metà primo tempo.

Martinelli 6,5 – Protagonista suo malgrado dell’azione più pericolosa per la difesa rossonera. Si consoli: il duello con Nzola in velocità lo avrebbero perso tutti. Da applausi un’uscita palla al piede con verticalizzazione d’esterno per Chiricò.

Rubin 8 – Facendo due conti, mette lo zampino su tre delle cinque marcature. Si procura il rigore del vantaggio, offre a Mazzeo la palla del 2-0, e a Di Piazza quella del 4-1. Cerca anche l’eurogol bis, dopo quello con il Monopoli. In mezzo un numero infinito di percussioni spaccadifesa. Bastevoli per perdonargli anche due leggerezze in difesa.

Agazzi 7 – Con Vacca c’è sincronia quasi meccanica. Si scambia di posizione senza che il gioco del Foggia o la sua prestazione ne risenta. Elegante e pratico.

Vacca 7 – Come il suo collega, pratico al momento opportuno. Forse è meno appariscente rispetto ai bei tempi, ma certi suoi recuperi foraggiano il gioco rossonero.  

Deli 7 – Due chicche per Agazzi e Mazzeo, e serve Albertazzi per impedire la conversione in assist vincenti. Ma sono due messaggi a chi non lo conosceva. (25’st Gerbo 6,5 – Un assist per il 5-1 di Di Piazza, la miglior maniera per ripresentarsi allo Zaccheria).  

Chiricò 6,5 – Meglio nel secondo tempo, quando trova maggiori spazi per andare in porta. A volte difetta la mira, altre la potenza, ma è vivo e pericoloso (28’st Di Piazza 7,5 – Al primo tentativo serve un recupero-prodigio di Idda per negargli il gol. Ma ha già preso le misure. E alla seconda chance non sbaglia. Sul pallone c’è inciso un messaggio di presentazione, che ricalca tre minuti dopo, giusto per farlo recapitare a tutti).  

Mazzeo 8 – Due gol come quelli di Di Piazza, ma i suoi hanno un peso specifico diverso. Spezza via l’equilibrio e spazza via le paure che a Foggia si generano quasi naturalmente quando c’è un rigore da battere. Più semplice ma ugualmente pesante il secondo gol. E sono nove in stagione. Ma non doveva essere un acquisto sbagliato?

Sainz Maza 6,5 – Quella palla recuperata dopo un inseguimento, con successiva mina che Albertazzi devia in angolo, dice molto sulla crescita di questo giocatore. Meno indolente, più utile. Anche senza gol (36’st Sicurella s.v.).

All. Stroppa 7,5 – Grande partita della sua squadra caratterizzata dalla gestione perfetta delle varie fasi del match. E sta pian piano ritrovando tutti i giocatori chiave.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Piazza si presenta alla grande, Mazzeo si conferma: le pagelle di Foggia-Francavilla
FoggiaToday è in caricamento