Doppio Sarno, lo Zaccheria torna a festeggiare. Messina battuto 2-0

I rossoneri tornano alla vittoria dopo il doppio tonfo contro Savoia e Catanzaro. Decisivo il folletto napoletano con un gol per tempo. Rossoneri a -6 dalla zona playoff

L'abbraccio a Vincenzo Sarno dopo il gol del 2-0

La richiedeva la classifica (a maggior ragione dopo la sconfitta del Lecce e il pareggio della Casertana) e soprattutto l’ambiente: la reazione del Foggia c’è stata. I rossoneri battono un Messina per la verità non irresistibile, pur se volenteroso, reduce peraltro da cinque k.o. consecutivi. Vincono dunque le ambizioni d’alta classifica dei rossoneri, rispetto ai propositi di salvezza dei siciliani, ormai sprofondati in piena zona playout, con il rischio neppure troppo remoto di essere avvicinati da Ischia e Reggina.

ESCLUSIONI ECCELLENTI – Serve il colpo del fuoriclasse, quello di Vincenzo Sarno, a sbloccare una partita complicata già in apertura. Da un lato una squadra come quella rossonera, che dopo le due sconfitte in trasferta si è scoperta fragile e priva di certezze; dall’altro lato il Messina reduce da cinque sconfitte consecutive e fresca di cambio in panchina. Lo spettacolo offerto in campo, infatti, non è dei migliori. E’ sicuramente un Foggia volenteroso, che parte subito alla ricerca del gol. Una furia agonistica che evapora molto presto, complice anche l’ostruzionismo dei peloritani, che piazzano due blocchi di quattro giocatori dietro la linea del pallone, lasciando Orlando e il vecchietto Corona a battagliare sulla trequarti avversaria. Nel Foggia, che presenta Loiacono e Bencivenga sulle corsie (tribuna per Agostinone per scelta tecnica, ndr), con Sainz Maza in attacco al posto di Cavallaro, l’unico che cerca di alzare il ritmo è Sarno, che in più di un’occasione riesce ad andare via all’uomo e a mettere palloni potenzialmente pericolosi. Non lo stesso si può dire di Iemmello, a tratti quasi svogliato, poco reattivo nei contrasti e sulle seconde palle. Come nella gara contro l’Ischia, è ancora un calcio piazzato a liberare il Foggia dall’impasse. Angolo da sinistra, velo di Minotti, e Sarno che sfugge ai blocchi e scarica un violento sinistro sul quale Berardi non può fare nulla. Gol pesante a cui non farà seguito più nulla nella prima frazione.

LE PAGELLE DEI ROSSONERI 

SECONDO TEMPO – Nessun rilassamento, ma l’intenzione di chiuderla subito. Il Foggia torna a mostrare l’atteggiamento giusto, della squadra vincente, poco propensa a fare omaggi all’avversario. Sul raddoppio di Sarno, c’è anche lo spettacolo di un’azione tutta di prima, avviata con forza dall’ottimo Sainz Maza, e perfezionata dal “dai e vai” di Sarno e Agnelli. Il tiro dell’attaccante ex Entella subisce una deviazione verosimilmente decisiva, ma che non inficia sulla bellezza dell’azione che ha generato il gol. E’ il 4’ della ripresa, e dopo un minuto un’altra ripartenza in velocità mette Iemmello nelle condizioni di calciare in porta – attento Berardi a respingere – pur da posizione defilata. La buona prova di Sainz Maza viene salutata dagli applausi convinti del pubblico rossonero, quando lo spagnolo lascia il posto a Cavalallaro al 19’. Nei minuti successivi, solo cambi e poco altro. Il Foggia non forza la mano, anche perché il Messina non ha la forza per abbozzare una reazione. Va bene così. Il Foggia si rialza, e guardando la classifica, non tutto sembra perduto.

FOGGIA (4-3-3) Narciso; Loiacono, Potenza, D’Angelo, Bencivenga; Agnelli, Quinto, Minotti (16’st D’Allocco); Sarno (43’st Sicurella), Iemmello, Sainz Maza (19’st Cavallaro). A disposizione: Micale, Grea, Sicurella, Bollino, Leonetti. All. De Zerbi

MESSINA (4-4-2) Berardi; Altobello, Nigro, Pepe, Rullo; Bonanno (36’st Mancini), Damonte, Izzillo, Spiridonovic (28’pt Donnarumma); Corona (21’st De Paula), Orlando. A disposizione: Scardino, Sciotto, S. D’Angelo, Bortoli. All. Di Costanzo.

Arbitro: Melidoni di Frattamaggiore

Marcatori: 35’pt Sarno (F), 4’st Sarno (F)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ammoniti: Orlando (M), Izzillo (M), 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento