rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Sport

Daspo per il lancio di un petardo, gli ultras difendono tifoso rossonero: "Trattati come i peggiori criminali, ora basta"

Il commento, con una nota, degli ultras rossoneri, dopo l'identificazione del tifoso che accese un petardo durante la gara con il Padova: "Non si possono condannare uomini, padri di famiglia, perché hanno un modo di vivere la passione e l'Amore per i propri colori che va oltre le vostre stupide leggi repressive"

"Non ci avrete mai come volete voi! Trattati come i peggiori criminali, perquisizioni, condanne esemplari, gogna mediatica da parte di tutti i tifosotti che non perdono occasione per sentirsi superiori e ben pensanti. Colpevoli di che? Di aver acceso un petardo. Ora basta, avete rotto il cazzo". 

È il duro commento degli ultras rossoneri, in seguito all'identificazione di un sostenitore rossonero che lanciò un petardo durante la partita Padova-Foggia, andato in scena allo stadio 'Euganeo' lo scorso 16 febbraio. In seguito all'identificazione, attraverso le immagini riprese durante il match, la polizia di Foggia ha anche perquisito l'abitazione del giovane per il quale il Questore di Padova ha anche avviato le procedure per il daspo sportivo.

"Non si possono condannare uomini, padri di famiglia, perché hanno un modo di vivere la passione e l'Amore per i propri colori che va oltre le vostre stupide leggi repressive - prosegue la nota -.Solidarietà e vicinanza all'ultra colpito da quest'ennesimo atto repressivo, non ci piegherete alle vostre idee. La curva non riuscirete mai a trasformarla in un teatro. Ci volete tutti spettatori di uno spettacolo che ha per protagonisti il denaro e il business. Il Calcio è passione popolare, il calcio è della gente". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Daspo per il lancio di un petardo, gli ultras difendono tifoso rossonero: "Trattati come i peggiori criminali, ora basta"

FoggiaToday è in caricamento