Calcio Foggia 1920, tutto come prima: la Pintus non esercita il diritto di prelazione, ma stoppa Follieri: "Forti perplessità sul suo progetto"

Attraverso la clausola di gradimento, l'ad della Map Consulting ha posto il veto all'ingresso in società della Follieri Capital Ltd, ma lascia aperta la porta all'ingresso di nuovi soci. Intanto, si fa avanti un gruppo rappresentato dall'avvocato Palma

Stop a Follieri. Se sarà definitivo o meno, lo si vedrà nei prossimi giorni. Quel che è certo è che Maria Assunta Pintus, ad della Map consulting titolare del 50% della Corporate che detiene l'80% delle quote del Foggia Calcio, ha di fatto posto il veto sull'offerta che l'imprenditore ha formulato per rilevare le quote del presidente Felleca e dell'Ad rossonero Pelusi. Lo ha fatto, non esercitando il diritto di prelazione - come alcuni rumors avevano lasciato intendere nei giorni scorsi, quando si è parlato di trattative tra la stessa Pintus e alcuni imprenditori capitolini e foggiani -, bensì affidandosi alla clausola di mancato gradimento. 

Una decisione ufficializzata attraverso una nota nella quale la Pintus dichiara di essere "interessata a rilevare le loro (di Felleca e Pelusi, ndr) partecipazioni societarie, anche in previsione di metterle a disposizione di imprenditori e tifosi che con la medesima passione di Map Consulting srl vogliano supportare il Calcio Foggia 1920", ma di non poter prendere in concreta considerazione "le proposte che le sono state inviate per l'acquisto delle quote societarie facendo valere il diritto di prelazione previsto dagli statuti sociali". 

"La società Follieri Capital Ltd - continua la Pintus - non ha infatti formulato 'offerte irrevocabili' di acquisto, ma mere proposte di acquisizione la cui effettività, in caso di mancato esercizio della prelazione, è rimessa al suo 'insindacabile giudizio' e, quindi, non è realmente impegnativa". 

L'imprenditrice sarda poi spiega i motivi del mancato gradimento, confermando le sue perplessità sulla offerta di Follieri e sulla sua reale forza economica, criticando anche il comportamento del socio Felleca, al quale "da tempo si è chiesto di dare evidenza delle verifiche che sulla stampa asseriva di aver effettuato sulla solididità del gruppo Follieri, ma sul punto non è stato dato a oggi alcun concreto riscontro". 

"In ogni caso è stato comunicato il mancato gradimento all'ingresso nella Corporate Investments Group e nel Calcio Foggia 1920 della Follieri Capital Limited perché quest'ultima, pur sollecitata dalla stessa Municipalità foggiana e pur avendo assicurato concreti riscontri, non ha fornito elementi che confermino interesse concreto ed effettive disponibilità economiche per un progetto di crescita del Calcio Foggia 1920. Inoltre, si è contrari all'ingresso di tale socio per le forti 'perplessità' che ha ingenerato l'eventualità dell'ingresso del signor Follieri e/o di una società del suo gruppo nel progetto calcistico cittadino". 

La Pintus conclude ribadendo le rassicurazioni nei confronti della piazza sul futuro della squadra: "Pur limitando le sue comunicazioni sui social come suo stile, la Map Consulting è comunque in grado - sia da sola, sia come si spera con la compagnia e l'aiuto di serie imprenditori e tifosi foggiani - di fornire ogni garanzia, ogni supporto tecnico e ogni investimento necessario per poter soddisfare i requisiti societari ed economico-finanziari previsti sia per l'iscrizione al campionato di serie D che per la domanda di ripescaggio al campionato di Lega Pro". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dunque, si prosegue con l'attuale organigramma. Anche se nelle ultime ore si è fatto avanti un nuovo gruppo, rappresentato dall'avvocato Giovanni Palma (ex vicepresidente della Juve Stabia), che sarebbe pronto a formalizzare un'offerta da 700mila euro, supportata da una fideiussione bancaria di 700mila euro che nella giornata di oggi dovrebbe essere inviata al sindaco Franco Landella.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi nel Foggiano e tre focolai (circoscritti). In Puglia 20 contagiati e nessun morto

  • Ultima ora: catturato il super ricercato Cristoforo Aghilar

  • "Ho ancora i brividi". Terrore sulla superstrada del Gargano, auto semina il panico e si schianta: "Salvi per miracolo"

  • Omicidio a Cerignola: almeno 11 colpi d'arma da fuoco, così è stato ucciso Cataldo Cirulli detto 'Dino Str'ppen'

  • Coronavirus, sette casi in Puglia: quattro nuovi contagiati nel Foggiano

  • Terribile incidente stradale a Cerignola: 21enne muore sul colpo, 'miracolati' altri due giovani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento