Cerignola forza 6, pioggia di gol al 'Monterisi': Fidelis travolta

Terzo successo di fila per gli ofantini e nono risultato utile consecutivo per gli ofantini che strapazzano l'Andria con un pirotecnico 6-3. Rodriguez e Marotta (doppietta) segnano nei primi 22 minuti, Palazzo e Yeboah riaprono il match nel finale del primo tempo, ma dura poco. Rosania al 44' riallunga. Longo, nella ripresa, firma la 'manita', nel finale le reti di Stranges e De Cristofaro

Super vittoria del Cerignola che batte 6-3 nel derby la Fidelis Andria e conquista altri tre preziosissimi punti. Una vittoria preziosa, che prolunga la striscia di risultati utili consecutivi (salita a nove) e avvicina sempre di più gli ofantini ai piani alti della classifica. 

I gialloblu consolidano il quarto posto, guadagnando punti su tutte le dirette concorrenti, dal Bitonto capoclassifica (ora distante 7 punti) al Foggia, passando per Sorrento e Taranto. E se venisse accolto il ricorso presentato per la sfida pareggiata contro il Taranto (che avrebbe impiegato un giocatore inutilizzabile), il distacco dalla vetta si ridurrebbe ancora di più. 

Intanto, Feola può godersi la grande forma della squadra, del solito Rodriguez (in gol anche oggi), di Marotta (autore di una doppietta) e del giovanissimo De Cristofaro, sempre più in crescita e autore del gol del definitivo 6-3. 

La cronaca del match

Mister Feola conferma il suo collaudatissimo 4-2-3-1 con Marotta-Longo-Sansone alle spalle di Rodriguez. Mister Lanzolla (in panchina al posto dello squalificato di Favarin) opta per il solito 3-5-2: Iannini in cabina di regia. Palazzo-Johnson in attacco.

La partita parte subito con le marce alte e l’Audace a farla da padrona. Al terzo, cross radente di Marotta con la palla che attraversa tutta l’area e arriva sui piedi di Sansone: il tiro è respinto da Segantini. Al nono, il Cerignola legittima la supremazia territoriale con il vantaggio. Celentano duetta con Marotta e crossa per Rodriguez che la gira nell’angolino per l’1-0 gialloblù. Lo svantaggio non sveglia l’Andria e allora gli ofantini provano ad approfittarne con Rodriguez, Segantini respinge ma sui piedi di Marotta che non riesce nel tap-in. Il gol dell’esterno gialloblù però è solo rimandato e arriva al minuto 18. Russo recupera una buona palla sull’out sinistro, Coletti pennella al centro e Marotta la gira al volo lì dove il portiere ospite non può arrivare. 2-0, fate pure 3 perché al minuto 22 Rodriguez raccoglie il cross del solito Marotta e con un tiro fortissimo sul primo palo fredda ancora Segantini. 3-0, Andria non pervenuta fino al minuto 33. Perché la partita è tutt’altro che chiusa. Siku sbaglia l’appoggio di testa e serve Palazzo che non perdona e batte Sarri. 3-1. Il difensore albanese, nell’occasione s’infortuna ed è costretto a lasciare il posto a Rosania. Il Cerignola risponde con il mezzo esterno di De Cristofaro: la palla pizzica la parte superiore della traversa e finisce sul fondo. La partita ora è viva con l’Andria che, al 40esimo, conquista un calcio di rigore per fallo di Rosania su Pallazzo. Dal dischetto Johnson non sbaglia e batte Sarri per il 3-2. Adesso è il Cerignola a sbandare con Johnson che ha l’incredibile palla del pari ma spreca calciando addosso a Sarri. Le emozioni di una pirotecnica prima frazione terminano al minuto 44 quando Rosania, riscatta il fallo da rigore, e sul corner di Marotta svetta più in alto di tutti firmando il 4-2.

La ripresa comincia ancora nel segno del Cerignola che ha il merito di chiudere subito la contesa. Minuto 47, cross radente di Rodriguez, Segantini non intercetta e per Longo è un gioco da ragazzi segnare nella porta sguarnita. 5-2 Audace che non si accontenta e arriva poco dopo alla conclusione con Coletti: palla alta sopra la traversa. La partita vive di fiammate come la super azione costruita dal Cerignola al minuto 67: veronica di De Cristofaro, cross di Loiodice per la testa di Longo: traversa piena. Poi ancora De Cristofaro di testa la piazza alta. Nel finale, l’Andria trova con Stranges il gol del momentaneo 5-3 (minuto 82) ma due minuti più tardi è ancora Audace. Rabona per crossare di Loioidice, la palla arriva sui piedi di De Cristofaro che dal vertice dell’area spara un gran tiro in porta che chiude la contesa sul 6-3 finale.

Grandissima vittoria nel derby del Cerignola: nono risultato utile consecutivo e sopratutto arrivano tre pesantissimi punti. Adesso testa alla trasferta di domenica prossima contro il Grumentum. #forzaAudace 💛💙

IL TABELLINO

AUDACE CERIGNOLA - Fidelis Andria 6-3

(primo tempo 4-2)

MARCATORI: 9’22’Rodriguez, 18’ Marotta, 33’ Palazzo, 41’Johnson (rig), 44’ Rosania, 47’ Longo, 82’ Stranges, 85’ De Cristofaro

AUDACE CERIGNOLA (4-2-3-1) Sarri, Celentano, Russo, De Cristofaro (85’ Muscatiello), Longhi, Siku (34’ Rosania), Longo (72’ Caiazza), Coletti, Rodriguez, Marotta (65’ Loiodice), Sansone. A disposizione: Tricarico, Tancredi, Martiniello. All: Feola

Andria (3-5-2) Segantini, Sambou (57’Stranges), Iannini, Johnson, Nives (57’ Zingaro), Forte, Palazzo (77’ Tedesco) D’Orsi, Piperis (52’ Petruccelli), Lanzolla, Nannola. A disposizione: Volzone, Sevcik, Daluiso, Casella, Klepo. All: Langella (Favarin squalificato).

Ammonizioni: Lanzolla (FA), Coletti (AC), Palazzo (FA)

RECUPERO: primo tempo: 3’minuti - secondo tempo: 4’minuti

Angoli: 3-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento