Martedì, 3 Agosto 2021
Scuola

"Riaprire le scuole solo in sicurezza". Altolà della Uil Puglia. E sui vaccini "massima priorità al personale"

Il sindacato, a due settimane dal ritorno alle lezioni in presenza, vuole sapere che fine hanno fatto le sue proposte relative ai presidii sanitari fissi in ogni istituto e alla rimodulazione dei trasporti regionali

"È davvero sicuro tornare alle lezioni in presenza in queste condizioni?". È l'interrogativo che pone la Uil Puglia. Con l'approssimarsi della data prevista per il ritorno a scuola in presenza, il segretario generale Franco Busto avverte: "Prima di riaprire gli istituti alla didattica in presenza vorremmo conoscere le misure per tutelare la sicurezza dei lavoratori della scuola e degli studenti".

La Uil e la Uil Scuola, ricorda, "hanno avanzato proposte concreto al Governo, che ci auguriamo vengano considerate. E in Puglia vorremmo sapere che fine hanno fatto le nostre proposte di presidii sanitari fissi in ogni istituto e di rimodulazione dei trasporti regionali. La sicurezza dei lavoratori della scuola e dei nostri giovani studenti prima di tutto".

A rilanciare le proposte sintetizzate in una serie di slogan e la richiesta di interventi urgenti era stato il segretario generale della Uil nazionale Pierpaolo Bombardieri: "Serve un piano di azione sanitario nelle scuole. Medici, scolastici, tracciamenti e test per tutti". Oltre al potenziamento dei trasporti pubblici, la Uil chiede di garantire sostegno ai genitori che lavorano con la copertura immediata dei congedi parentali, e vaccini al personale scolastico, garantendo la massima priorità ai lavoratori. "Irresponsabile il ping pong tra governo e regioni - scrive il sindacato - basta scaricare. Decisioni chiare e immediate".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Riaprire le scuole solo in sicurezza". Altolà della Uil Puglia. E sui vaccini "massima priorità al personale"

FoggiaToday è in caricamento