Politica

Tfr di fine mandato, i consiglieri regionali lo reintroducono in piena estate ma non fanno i conti con Laricchia: "Va abrogato"

La proposta di legge è successiva alla denuncia sporta sui social dall'ex candidata presidente del Movimento, che aveva bollato il caso come "porcata estiva". La manovra costerebbe alle casse regionali tra i 4 e i 5 milioni di euro. 

Antonella Laricchia, consigliera regionale del Movimento 5 Stelle, ha chiesto che venga abrogata la reintroduzione del trattamento di fine mandato approvato nell'ultima seduta del Consiglio regionale in precedenza abolito insieme ai vitalizi nel 2013 dall'allora governatore della Regione Puglia, Nichi Vendola.

La proposta di legge è successiva alla denuncia sporta sui social dall'ex candidata presidente del Movimento, che aveva bollato il caso come "porcata estiva" (leggi qui). La manovra costerebbe alle casse regionali tra i 4 e i 5 milioni di euro. 

Con la proposta di legge Laricchia chiede "l'abrogazione dell'articolo 3 della legge 27/2021", spiegando "che si intende eliminare la recente introduzione dell'assegno di fine mandato così come previsto dall'articolo 3". Laricchia, assente per malattia nell'ultima seduta consiliare, aveva definito la reintroduzione dell'assegno "uno scandalo, specie in un momento di crisi economica come quella che stiamo vivendo, dovuta alla pandemia, in cui tanti cittadini hanno perso il lavoro e non riescono ad arrivare a fine mese. La politica invece di trovare i soldi per loro li ha trovati ancora una volta per se stessa".

Sergio Ventricelli - presidente di Confimi Puglia (foto) - sulla decisone del Consiglio regionale che nell'ultim seduta prima della pausa estiva del 27 luglio, ha reintrodotto in forma retroattiva il “trattamento indennitario” dichiara: "Faccio fatica a mantenere la giusta serenità leggendo queste notizie - i conti andrebbero fatti su un periodo di tempo che va dal 2013 al 2025, fine dell'attuale legislatura, con i nuovi eletti che dovrebbero avere 35mila euro e i più anziani quasi 100mila euro, che umiliano le nostre tante aziende ancora disperate, con cali di fatturato fino all’80 per cento e lavoratori in cassa integrazione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tfr di fine mandato, i consiglieri regionali lo reintroducono in piena estate ma non fanno i conti con Laricchia: "Va abrogato"

FoggiaToday è in caricamento