Blitz a Bisceglie e al Don Uva di Foggia? Boccia: "Inchiesta grave"

I reati contestati agli indagati sono quelli di associazione per delinquere, truffa e peculato. Boccia: “Inchiesta gravissima”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

“Apprendo di una nuova gravissima inchiesta della magistratura nei confronti della Casa della Divina Provvidenza di Bisceglie e Foggia e del suo direttore generale". Lo afferma il deputato Francesco Boccia in una nota nella quale rileva che "non è possibile trascinare oltre duemila persone che rischiano il loro lavoro e una storia straordinaria come quella di Don Pasquale Uva, nel dramma provocato da reati contestati, tra gli altri, anche al direttore generale: associazione per delinquere, truffa e peculato. In alcuni casi, quindi, il comportamento delittuoso si sarebbe consumato proprio in danno dell'Opera di Don Uva".

"Davanti a tutto ciò, con in piedi una crisi economica e finanziaria senza precedenti - insiste Boccia - invoco la proprietà, convinto di interpretare le intere comunità dei lavoratori di Bisceglie e Foggia che anche stamattina ci chiedono un intervento delle istituzioni, affinché venga immediatamente revocato ogni incarico agli indagati". "Il momento - conclude Boccia - è troppo difficile per consentire che la gestione continui ad essere allo sbando e nelle mani di soggetti attinti da così gravi sospetti" (ANSA)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento