menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Scarpa

Andrea Scarpa

Tutti pazzi per Andrea Scarpa, il pugile che porta sul ring l’orgoglio di sentirsi foggiano

A Palazzo di Città premiato il pugile ‘100% foggiano. Andrea Scarpa: “Quando stringo i pugni, so di avere un’intera città al mio fianco e questo mi rende ancor più fiero e orgoglioso di essere foggiano”

Brillano gli occhi di Andrea Scarpa. Brillano come quelli dei suoi cari celebrati dalla città che gli ha dato i natali, la stessa città che per motivi familiari ha lasciato quando aveva solo 7 anni. La città che però lui non ha mai dimenticato, i cui valori, le cui tradizioni continua a portar con sé anche nella lontana Torino.

Brillano gli occhi di Andrea Scarpa davanti alla cintura di campione intercontinentale Ibf, emblema del suo ultimo trionfo, celebrato con una maglia dal messaggio inequivocabile “100% foggiano”, che anche oggi ha voluto indossare insieme al sindaco Franco Landella, al consigliere comunale e amico Salvatore De Martino, al presidente del Foggia Calcio Lucio Fares e a un nutrito gruppo di ultras della Curva Sud, con i quali nel finale c’è stato un simpatico scambio di maglia.

Brillano gli occhi di Andrea Scarpa, che nelle celebrazioni di oggi a Palazzo di Città ha conseguito una vittoria che nessun atleta, su nessun ring potrà mai strappargli. L’esportazione della foggianità, quella bella, pura, da far vedere al di fuori dei propri confini, e di cui non ci si deve vergognare.

La gioia di essere foggiano, che Andrea rimarca indossando una cravatta rossonera “così mi sento a mio agio”. Un legame forte con la sua terra d’origine, mai venuto meno grazie alla sua famiglia: “Foggia mi ha dato tanto negli anni. Grazie alla mia famiglia, ogni volta che scendevo giù d’estate, riscoprivo i valori di questa terra, le sue tradizioni. E ogni volta che risalivo a Torino versavo fiumi di lacrime. E’ grazie a loro che ho questo attaccamento a Foggia”. E stringendo la maglia donatagli dai tifosi rossoneri dice “Quando salirò sul ring saprò di non essere solo, anche se in realtà non lo sono mai stato, perché ho sempre avuto tante persone vicino. Ma adesso quando stringo i pugni, so di avere un’intera città al mio fianco e questo mi rende ancor più fiero e orgoglioso di essere foggiano”.

SCARPA E I RICORDI DI FOGGIA: IL VIDEO

“Accade spesso di vedere cittadini foggiani che hanno smarrito l’orgoglio delle proprie origini, un sentimento che invece riscontro tra chi non vive più in questa città”, le parole del sindaco Landella, che poi invita la comunità a coltivare il proprio senso di appartenenza non solo quando si va allo stadio. “L’amore per la nostra terra deve essere un valore aggiunto in ogni azione che compiamo”. Orgoglio e senso di appartenenza, come quelli manifestati da Andrea Scarpa “100% Foggiano, campione di eccezionale valore umano e sportivo”, come recita il messaggio che campeggia sulla targa ricevuta dal Comune di Foggia a nome di tutta la città. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento