Sindaco e assessori si tagliano indennità. Tarantino: "Risparmiamo per il Sociale"

Nei prossimi cinque anni, il Comune di Orta Nova beneficerà di circa 120 mila euro (24 mila all'anno è il costo delle poltrone), denaro che confluirà in un Fondo Sociale dedicato

Sindaco e giunta comunale di Orta Nova

Detto fatto. La promessa avanzata in campagna elettorale – ovvero l’auto riduzione delle indennità per gli assessori ed il sindaco – ha trovato puntuale conferma e riscontro nell’atto di Giunta deliberato lo scorso 23 ottobre, al Comune di Orta Nova.

“Il taglio dei costi della politica è uno degli atti concreti che la mia Giunta Comunale ha voluto attuare”, ha spiegato il primo cittadino. “In questo momento storico i primi a dare un segnale di forte solidarietà, devono essere gli amministratori comunali. Gran parte dei soldi risparmiati andranno al sociale”.

“La mia coalizione aveva suggellato, con tutte le firme dei candidati consiglieri per le elezioni del 2014, con il “Patto del Consigliere” una promessa verso i cittadini: se avessimo vinto le elezioni, gli eletti avrebbero provveduto all’autoriduzione degli emolumenti, destinando le relative risorse ai capitoli di bilancio dei Servizi Sociali, per cui sono felicissimo che tale volontà, politica e popolare, si sia esaudita”.

“Questa decisione farà in modo che, nei prossimi cinque anni, il Comune di Orta Nova beneficerà - con l’auto riduzione dei 6 membri della Giunta (sindaco e 5 assessori) ed il presidente del Consiglio - di circa 120mila euro (24mila all’anno è il costo delle poltrone) che confluiranno in un Fondo Sociale denominato "Interventi sociali finanziati dalle economie degli amministratori".

Questo, perché, si possano rendicontare con certezza contabile tutti gli interventi verso l'emergenza sociale a cui saranno destinati. “Ma non solo - precisa il sindaco -stiamo cercato di limitare tutti quei costi che incidono sui bilanci comunali, come le spese per i viaggi di rappresentanza. Infatti, l’esecutivo comunale ha limitato i rimborsi alle casse pubbliche, risparmiando, dunque, anche sulle missioni, in occasione di incontri urgenti con gli Uffici della Regione Puglia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Abbiamo voluto dare un segnale di trasparenza e allo stesso tempo di profondo cambiamento rispetto al passato; perché non siamo interessati a “spot pubblicitari”, ma vogliamo, per quel che possiamo, rendere leggibile il corso della nuova amministrazione comunale, dove per nuova non si intende solo il cambio dei nomi ma la rivoluzione nella logica di gestione della cosa pubblica, che si fonda su efficienza, rapidità e taglio dei costi improduttivi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Choc a Foggia: litiga con la fidanzata, i due 'cognati' lo raggiungono a casa e lo accoltellano

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Rimprovera comitiva chiassosa, ispettore di polizia accerchiato e aggredito sotto casa: grave episodio a San Severo

Torna su
FoggiaToday è in caricamento