rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica

"Foggia ha bisogno di un sindaco del popolo": Lonigro pronto a pescare dalle periferie

Il patto federativo tra Socialismo Dauno e gruppo ‘Per la Puglia’ entra nella fase operativa. Nominate le segreterie

Si struttura ed entra nella fase operativa il patto federativo siglato il 4 aprile scorso da Socialismo Dauno e dal Gruppo ‘Per la Puglia’ in Consiglio Regionale. In una riunione a Foggia, nella sede di Socialismo Dauno, i due soggetti politici federati hanno eletto Pino Lonigro presidente provinciale.

Scelti anche i componenti del coordinamento provinciale e del coordinamento cittadino che, a loro volta, hanno nominato le segreterie, composte a livello provinciale dal segretario Luigi Di Claudio e da Raffaele Breglia, Generoso Ciruolo, Antonio Faccilongo, Marcello Mazza; a livello cittadino dal segretario Raffaele Breglia e da Raffaele Capocchiano, Alfonso Croce, Nicola De Meo, Angelo Schiavone, Stefano Zingaro e Cristiana Zobel.

“Con l'insediamento dei due importanti organismi, il patto federativo trova concreta attuazione e avvia la propria operatività - hanno commentato Pino Lonigro e Luigi Di Claudio - A Foggia e in tutta la Capitanata, si darà vita a un nuovo percorso che vuole offrire una casa e definire un orizzonte comune ai tanti elettori che si riconoscono nell’area socialista e non solo, che guardano con fiducia ad una coalizione larga, del centrosinistra. Il patto federativo mette le esperienze politiche e amministrative a disposizione della collettività dell’intera provincia - aggiungono Lonigro, Di Claudio e Breglia - al fine di consentire la rinascita delle popolazioni avvilite dalle ultime vicende, che tutta Italia purtroppo conosce”.

Avevano annunciato che il patto sarebbe stato declinato in un’organizzazione, sintesi delle due esperienze politiche. E già un mese fa parlavano di un’aggregazione larga e del loro contributo al centrosinistra per costruirla.

“Dobbiamo lavorare per il bene della collettività - fa presente Lonigro -  affrontando e risolvendo i problemi veri e reali della gente comune, a cominciare dal lavoro e da un tetto sicuro e dignitoso per le famiglie bisognose, realizzando nuovi alloggi popolari. I cittadini di Foggia - continua il presidente provinciale - tra pochi mesi si recheranno alle urne per eleggere la nuova Amministrazione, che deve ridare fiducia e speranza alla città. Noi ci saremo, per dare il nostro contributo fatto di serietà e competenza, proponendo una candidata o un candidato sindaco che proviene dalle periferie della città. Foggia ha bisogno di un ‘sindaco del popolo’, che conosca i bisogni di chi abita nei quartieri popolari (in particolare nelle periferie), un primo cittadino impegnato a lottare contro le povertà di ieri e di oggi e a porre un freno all’emergenza sociale crescente”.

Anche su questo il presidente provinciale aveva le idee chiare, ma ora traccia l’identikit del candidato chiamato a interpretare le esigenze della città e i bisogni soprattutto degli ultimi.

“Solo con un’azione amministrativa seria e qualificata si potranno dare risposte ai veri problemi della gente, che non merita la vergogna caduta sulla città capoluogo e sull’intera provincia. Occorre coinvolgere le migliori espressioni del tessuto sociale, culturale e imprenditoriale locale, facendo rinascere l’entusiasmo per la vita pubblica e sforzandosi di offrire alle nuove generazioni un futuro fatto di dignità personale civile e sociale, benessere e fiducia in un futuro – conclude Lonigro - libero da condizionamenti criminosi”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Foggia ha bisogno di un sindaco del popolo": Lonigro pronto a pescare dalle periferie

FoggiaToday è in caricamento