Politica

Isola pedonale, Rizzi duro con Ataf: “Percorsi lunghi e corse mal distribuite"

Il consigliere comunale di minoranza, favorevole all’estensione dell’isola perdonale, promuove il piano del traffico elaborato dal WWF. A Landella: “Basta ordinanze, spesso contraddittorie”

Isola pedonale sì, isola pedonale no? E’ questo il dilemma. Sulla questione è intervenuto anche il consigliere d’opposizione ed ex candidato sindaco, Vincenzo Rizzi, definendo “strumentali” le polemiche divampate sulla questione dell’estensione a via Lanza e Piazza Giordano. “E’ evidente che ci sono delle criticità, anche grazie alle continue ordinanze disposte dal dirigente al ramo, ma non si può negare la validità di tale intento teso a creare una vasta zona pedonale a Foggia”.

Sulla viabilità Rizzi promuove il piano del traffico elaborato dal WWF di Foggia, che a suo parere garantirebbe una viabilità scorrevole. Mentre sulla questione Ataf, il consigliere di minoranza ritiene invece “che la proposta formulata dall'azienda di far passare i mezzi all'interno dell’isola pedonale è una pura assurdità, nonché pericolosa per i rischi legati a possibili incidenti con i pedoni. E aggiunge: “Ma, per caso, il sevizio che questa municipalizzata elargiva a noi cittadini prima dell’istituzione dell’Isola pedonale era efficace ed efficiente?”, Personalmente, sarò forse prevenuto, ma temo che non lo fosse”.

Vincenzo Rizzi prosegue: “Inoltre, piuttosto che paventare improbabili perdite economiche, sarebbe il caso che l’ATAF procedesse a rielaborare i percorsi all'interno della città, che risultano esageratamente lunghi. Le corse sono mal distribuite, per cui spesso assistiamo a file di mezzi tutti incolonnati e per contro a lunghi lassi di tempo privi del servizio. Invece, con la nuova proposta messa giù dagli ambientalisti, la percorribilità dei mezzi pubblici verrà ottimizzata e, indirettamente, il servizio sarà migliore, inoltre verranno eliminati diversi semafori, causa di ulteriori incolonnamenti”.

Sotto il tiro di Rizzi finisce anche Landella: “Eviti di continuare con le ordinanze, spesso contraddittorie, che creano disorientamento e confusione nei cittadini, oltre che dare spago a chi intende fare un’opposizione puramente strumentale e becera. Il sospetto è che la genesi delle ordinanze sia dovuta al fatto che qualcuno della tecnostruttura comunale mal digerisce il contributo volontario dei cittadini, per cui si sta cercando, attraverso questa continua rimodulazione, di creare uno stato confusionale teso a bloccare il processo di pedonalizzazione del centro cittadino e il riordino della viabilità”. E conclude: “Sindaco, la invito ad approvare in via definitiva, in Consiglio Comunale, il piano elaborato dagli ambientalisti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isola pedonale, Rizzi duro con Ataf: “Percorsi lunghi e corse mal distribuite"

FoggiaToday è in caricamento