L’Agricoltura a Leo Di Gioia, Landella: “Sarà interlocutore attento, preparato e capace”

Gli auguri al nuovo assessore regionale all'Agricoltura, Leonardo Di Gioia, da parte del sindaco Landella, che confida nel confronto, nel dialogo e nella condivisione delle scelte

Immagine di repertorio

«A Leonardo Di Gioia formulo, a titolo personale ed istituzionale, gli auguri di buon lavoro per l’incarico ricevuto dal Governatore Michele Emiliano. La sua nomina assessorile rafforza il peso e la rappresentanza della Capitanata all’interno della Giunta regionale, peraltro attraverso la responsabilità di un settore che è tra le principali vocazioni del nostro territorio». È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, alla firma con la quale il presidente della Regione Puglia ha conferito al consigliere regionale Leonardo Di Gioia l’incarico di assessore regionale con delega all’Agricoltura.

Aggiunge Franco Landella: “Il comparto agricolo è uno dei più importanti asset strategici dell’economia della provincia di Foggia. Un settore dalle immense potenzialità al quale, sono certo, Leonardo Di Gioia saprà dare la giusta attenzione anche in termini di intelligente programmazione. Accanto alla gestione delle emergenze, infatti, sarà fondamentale lavorare con una visione di prospettiva e di lungo periodo attorno all’utilizzo dei fondi europei destinati all’agricoltura. Da questo punto di vista sono sicuro che l’esperienza e le capacità del consigliere Di Gioia siano uno straordinario valore aggiunto da mettere al servizio della Puglia e della Capitanata”.

Sottolinea il primo cittadino: “Anche in virtù dell’incarico di assessore al Bilancio ricoperto all’interno della Giunta regionale uscente, Leonardo Di Gioia possiede un patrimonio di conoscenza dei problemi della nostra agricoltura che gli consentirà di essere da subito concretamente operativo nell’esercizio delle sue funzioni. Un elemento, quest’ultimo, di grande rilevanza sulla base della necessità di fornire una risposta alle questioni che sono sul tappeto e che il mondo delle associazioni di categoria del comparto agricolo evidenzia. Proprio il dialogo ed il confronto saranno strumenti di lavoro che l’assessore Di Gioia sono certo applicherà ed esalterà, in quella fondamentale logica di condivisione e di confronto, decisiva specie per ciò che concerne l’agricoltura”.

E aggiunge: “Per la nostra provincia il comparto agricolo è una risorsa economica e fattore identitario e culturale. Il fatto che ad occuparsene sia un consigliere eletto in Capitanata è dunque una notizia che salutiamo positivamente, anche in ragione del profilo qualitativo della personalità indicata per questo compito. Conosco Leonardo Di Gioia da tempo, con lui ho condiviso una parte del mio percorso politico ed amministrativo. Proprio per questo sono fiducioso che sarà per l’agricoltura pugliese e del territorio provinciale un interlocutore attento, preparato e capace di coniugare tradizione ed innovazione, in grado di difendere il nostro patrimonio di qualità e tipicità e di valorizzare la sua leadership nello scenario nazionale ed europeo”.

Conclude il sindaco: “A Leonardo Di Gioia, dunque, formulo gli auguri di buon lavoro della città di Foggia assicurandogli sin d’ora il massimo della collaborazione istituzionale e politica dell’Amministrazione comunale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento