menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prc: "Giunta Mongelli incentrata a rattoppare e non a programmare"

Le puntualizzazioni di Giorgio Cislaghi: "Abbiamo un sogno, non permetteremo a nessuno di distruggerlo e ci impegniamo per realizzarlo"

Sono molteplici i temi affrontati dal circolo Che Guevara del Prc del capoluogo dauno. Quello del segretario Giorgio Cislaghi è un nuovo attacco alla giunta targata Mongelli, “incentrata a mettere toppe ai problemi piuttosto che a gettare le basi per la loro soluzione”.

Per il Prc serve una programmazione seria degli interventi da attuare per la manutenzione delle strade e degli interventi da effettuare sulle reti di servizio dell’acqua, luce, gas, telefonia/dati. Deve essere incentivato l’uso dei mezzi pubblici e delle biciclette garantendo, contemporaneamente, i diritti dei residenti e dei negozianti del centro storico. Va rivista la delibera di giunta comunale sulla riorganizzazione dell’ATAF.

Bisogna prevedere il recupero della frazione umida dei rifiuti con un impianto di compostaggio, che oltre che ad occupare utilmente personale riducendo contemporaneamente i costi dello smaltimento dei rifiuti, permetterebbe all’agricoltura di avere concime organico a bassi costi ed un ambiente meno inquinato da discariche e inceneritori.

Se vi sono locali, e vi sono, che devono ancora essere consegnati alla comunità da privati che non hanno ottemperato a contratti, il Comune si deve impegnare, anche attraverso l’azione giudiziaria, a farseli consegnare per metterli a disposizione di chi ne può fare buon uso.

Questi sono solo quattro punti qualificanti del programma che la coalizione di centrosinistra aveva presentato alle elezioni, se non si può tradurli subito in pratica di governo, si diano alla comunità i progetti e si dica chiaramente quali sono le condizioni che ne permetteranno la realizzazione. Abbiamo un sogno, non permetteremo a nessuno di distruggerlo e ci impegniamo per realizzarlo” conclude Cislaghi


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento