rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Economia Biccari

Studenti dimenticati dalla Regione, la Provincia ci mette una pezza

Sarà la Provincia a stanziare i circa 50mila euro necessari ad assicurare continuità, sino al 10 giugno prossimo, il servizio per studenti e pendolari

Sarà la Provincia di Foggia, attraverso una deliberazione appena adottata, ad assicurare la continuità delle corse del trasporto pubblico locale soppresse al termine dell’emergenza Covid nelle tratte Biccari-Foggia e Monte Sant’Angelo-Foggia. Le corse aggiuntive sono state soppresse dall’1 aprile, in concomitanza con la fine dello stato di emergenza sanitaria, ma gli orari scolastici, organizzati in funzione delle misure di contenimento del contagio da Covid19, sono rimasti invariati. Il Comune di Biccari era pronto a pagare di tasca propria il servizio, “anche rischiando che la Corte dei Conti eccepisca che il trasporto extraurbano non è di competenza comunale” aveva sottolineato il sindaco Gianfilippo Mignogna.

“Una soppressione che ha determinato gravi disagi soprattutto nella popolazione scolastica, rimasta in una condizione di isolamento ormai da circa un mese” ha evidenziato il presidente della Provincia Nicola Gatta. Su questo tema abbiamo tenuto due incontri con Regione e Prefettura per garantire il diritto alla mobilità delle nostre comunità e quello allo studio dei nostri ragazzi. Da allora, tuttavia, l'impegno assunto dalla Regione circa il finanziamento delle corse alle quali dare continuità non ha avuto ancora riscontro. Abbiamo quindi deciso che sarà la Provincia ad anticipare le risorse finanziarie concordate nel corso delle due riunioni ma non ancora erogate dalla Regione Puglia. Le difficoltà di studenti e popolazione sul fronte della mobilità non possono attendere”.

In sostanza, sarà la Provincia a stanziare i circa 50mila euro necessari ad assicurare continuità, sino al 10 giugno prossimo, ad una corsa (andata e ritorno) nella tratta Biccari-Lucera-Foggia, ad una corsa (andata e ritorno) in quella Monte Sant'Angelo-San Giovanni Rotondo e a due corse (andata e ritorno) in quella Monte Sant'Angelo-Policlinico Riuniti. Tutte corse che saranno inserite in fasce orarie compatibili con l'orario di ingresso e di uscita degli studenti dai propri istituti scolastici.

“Il governo regionale, ancora una volta, non perde occasione per dimostrare tutta la propria inefficienza e il suo disinteresse nei confronti della Capitanata. Stavolta ci tocca rilevare come la comunità biccarese sia in attesa di una modifica di spesa di appena diecimila euro per coprire i costi della corsa aggiuntiva scolastica fino a giugno sulla tratta Biccari-Lucera” il commento del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Giannicola De Leonardis: “Un problema noto da tempo e che a più riprese il sindaco di Biccari, Gianfilippo Mignogna, ha evidenziato, rimarcando la necessità di correre ai ripari, finanche facendo ricorso alle casse comunali, quelle di un piccolo Comune su cui ogni spesa è impattante. Ci consola, tuttavia, rilevare che la Provincia di Foggia, attraverso il presidente Nicola Gatta, sia intervenuta nelle ultime ore per tamponare la falla e garantire il servizio di trasporto aggiuntivo per gli studenti. Il presidente Emiliano si faccia immediatamente carico di questa problematica e intervenga in modo risolutivo, perché se è vero che siamo ormai nella fase finale di questo anno scolastico, è altrettanto vero che da settembre il problema si riproporrà. In danno non solo degli studenti ma anche dei tanti lavoratori pendolari a cui bisogna evitare una sorta di lotta tra poveri, una grottesca gara di fantozziana memoria tra chi riesce a salire prima sul pullman”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studenti dimenticati dalla Regione, la Provincia ci mette una pezza

FoggiaToday è in caricamento