menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'attività effettuata

L'attività effettuata

Stoccaggio rifiuti: scattano i sigilli al Centro Raccolta Rifiuti di San Marco in Lamis (provvedimento sospeso)

Sequestrata l'area, di circa 4.000 mq, in quanto risultata inidonea allo stoccaggio dei rifiuti per l’assenza di una pavimentazione adeguata e per la mancanza dei requisiti previsti dalla normativa di settore

Il Centro di Raccolta Comunale dei rifiuti di San Marco in Lamis è "fuori legge": scattano i sigilli da parte dei carabinieri. Nella mattinata di giovedi scorso, infatti, i carabinieri della locale stazione e del N.O.E. di Bari, al termine di un servizio finalizzato al controllo degli impianti di gestione dei rifiuti ed in particolare del Centro di Raccolta Comunale, hanno sottoposto a sequestro preventivo tutta l'area, dell’estensione di circa 4.000 mq, in quanto risultata inidonea allo stoccaggio dei rifiuti per l’assenza di una pavimentazione adeguata e per la mancanza dei requisiti previsti dalla normativa di settore.

L'attività ha interrotto, di fatto, una situazione dalla quale derivava un importante inquinamento della zona circostante e salvaguardando l’ambiente e la salute dei cittadini della cittadina garganica. Al momento del controllo, infatti, nell’area erano presenti cassoni ricolmi di rifiuti solidi urbani, e anche rifiuti speciali pericolosi.

Dai compattatori presenti fuoriusciva del percolato, che a causa della mancanza di pavimentazione penetrava all’interno del terreno. Dell'attività è stata quindi informata la Procura della Repubblica di Foggia per l'ipotesi di reato di illecita gestione di rifiuti, nonché di attività di deposito e stoccaggio di rifiuti speciali pericolosi e non, su area inidonea e priva della prescritta autorizzazione.

Procura che ha poi concesso una proroga e quindi sospeso il provvedimento come richiesto dal sindaco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento