rotate-mobile
Domenica, 1 Ottobre 2023
Cronaca Peschici

Peschici è il comune d'Italia più lontano dal suo Tribunale: “Una cena a chi dimostra il contrario”

La provocazione lanciata dall'avvocato Giovanni Maggiano, presidente dell’associazione ‘Avvocati Garganici’, che da tempo si sta battendo per la riapertura del Tribunale di Rodi Garganico

Se il Gargano nord rappresenta la zona d’Italia che è stata maggiormente danneggiata dalla riforma della geografia giudiziaria, il Comune di Peschici è certamente quello che detiene il primato negativo di maggiore distanza - oltre 130 km - dal proprio Tribunale di riferimento. Ne è fermamente convinto l’avvocato Giovanni Maggiano (nella foto in basso), presidente dell’associazione ‘Avvocati Garganici’, che da tempo si sta battendo per la riapertura del Tribunale di Rodi Garganico, come presidio di riferimento e prossimità per lo sperone di Puglia.

Le motivazioni dell’associazione - che al momento conta oltre 100 avvocati iscritti, con studi professionali nei comuni di Peschici, Vico del Gargano, Rodi Garganico, Ischitella, Carpino, Cagnano Varano e San Nicandro Garganico - non si basano su mere suggestioni ma su dati certi e incontrovertibili: percorsi chilometrici, tempistiche dilatate, costi sostenuti e, ultimo ma non ultimo, numero e tipologie di procedimenti pendenti.

Certezze che hanno portato il presidente Maggiano, già protagonista di numerose e importanti iniziative (da ultimo la 'missione romana' dal Sottosegretario alla Giustizia, Francesco Paolo Sisto), a lanciare una provocazione: “Sono pronto ad offrire una cena, anche a base di pesce, al sindaco, alla Giunta ed all’intero Consiglio del Comune d’Italia che dovesse dimostrare una maggiore distanza rispetto al proprio Tribunale, rispetto a quella che divide Peschici dal presidio di viale Primo Maggio, a Foggia”. Una proposta estesa anche al presidente, al direttivo ed a tutti gli iscritti dell’associazione di avvocati che riuscisse, eventualmente, dimostrare altrettanto, aggiunge. “Ma sono sicuro che pesci destinati a questo sacrificio continueranno a nuotare liberi nel nostro bel mare per morire solo di vecchiaia”.

Quello di Foggia, con competenza su 7.190 chilometri quadrati e oltre 700mila abitanti, è oggi il terzo tribunale più esteso di Italia, dopo i Circondari di Cagliari (7.540 chilometri quadrati) e Bolzano (7.400 chilometri quadrati). “Il Gargano Nord costituisce a livello nazionale il territorio più penalizzato dalla riforma della geografia giudiziaria adottata con i Decreti Legislativi del 7 settembre 2012. Pertanto, è giusto che sia il primo a riavere il suo Tribunale", aveva spiegato Maggiano a FoggiaToday. “Questa non è una battaglia per gli avvocati ma per il territorio, per la popolazione del Gargano e, soprattutto, per quelle persone che non possono permettersi un mezzo proprio per raggiungere il Tribunale di Foggia in tempo utile per poter prendere parte ai loro processi a causa dell'inadeguatezza dei collegamenti pubblici. E’ giunto il momento che il Governo centrale, nel prendere atto del fallimento della riforma della geografia giudiziaria su entrambi i fronti per i quali è stata approvata (risparmio di spesa e più efficienza del servizio giustizia), riapra i Tribunali periferici incominciando da quello di Rodi Garganico che è stato già ribattezzato come Tribunale del Gargano".

avv Giovanni Maggiano

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Peschici è il comune d'Italia più lontano dal suo Tribunale: “Una cena a chi dimostra il contrario”

FoggiaToday è in caricamento