Cronaca

Nelle acque del Gargano a caccia di ricci di mare, cittadino li vede e chiama la guardia costiera: scatta multa di 4mila euro

Operazione a Mattinata: ai due responsabili sono state elevate due sanzioni pari a 4.000 euro unitamente al sequestro di 1.000 esemplari di riccio di mare, successivamente rigettati in mare in quanto ancora in stato vitale, e delle attrezzature utilizzate per la raccolta (bombola e pinne)

Il materiale sequestrato

Sequestrato un 'bottino' di ricci di mare sul Gargano, scattano multe per 4mila euro in danno dei pescatori di frodo. Accade a Mattinata, dove i militari della Guardia Costiera hanno portato a termine, questa mattina, un’operazione di polizia finalizzata al contrasto della pesca abusiva e alla tutela dell’ambiente marino.

In particolare, a seguito di una segnalazione telefonica pervenuta alla sala operativa, circa la presenza di pescatori sportivi intenti alla raccolta di ricci di mare in località Funni, nel Comune di Mattinata, sono state inviate sul posto  due pattuglie. I militari hanno quindi sorpreso i pescatori ancora all'opera, intenti alla raccolta dei ricci di mare (Paracentrotus lividus).

Dalle verifiche poste in essere è emerso come i pescatori fossero privi di qualsivoglia autorizzazione alla pesca subacquea, ovvero avessero prelevato dal fondale marino in maniera del tutto abusiva un numero di esemplari di gran lunga superiore a quello che la normativa stabilisce per tale tipo di pesca (fissato in 50 esemplari per la pesca sportiva). Ai due responsabili sono state elevate due sanzioni amministrative di importo pari a 4.000 euro unitamente al sequestro di tutti i 1.000 esemplari di riccio di mare rinvenuti (successivamente rigettati in mare in quanto ancora in stato vitale) e delle attrezzature utilizzate per la raccolta (bombola e pinne).

"Si ricorda - precisano dalla Capitaneria di Porto - che la pesca del riccio di mare è soggetta a specifiche normative che prevedono, al fine della tutela della risorsa ittica, il fermo biologico per i mesi di maggio e giugno. Per tali motivi i controlli finalizzati alla repressione di tali condotte illecite saranno intensificati al fine di tutelare l’intero ecosistema marino".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nelle acque del Gargano a caccia di ricci di mare, cittadino li vede e chiama la guardia costiera: scatta multa di 4mila euro

FoggiaToday è in caricamento