rotate-mobile
Cronaca Casalvecchio di Puglia

Le urla disperate dell'operaio ustionato durante l'esplosione: "Aiutatemi che sto bruciando"

L'operaio, rimasto gravemente ferito ieri durante l'incendio avvenuto in via Enrico Toti a Casalvecchio di Puglia, è ricoverato al Policlinico di Bari

"Aiutami che mi sto bruciando, aiutatemi che mi sto bruciando". Giuseppina, 77 anni di Casalvecchio di Puglia, racconta gli attimi successivi all'incendio provocato da un cortocircuito durante i lavori di ripristino della rete del gas in via Enrico Toti, in prossimità della sua abitazione.

Ricorda anche quando il maresciallo Tusiano ha aiutato lei e la sua amica, entrambe diversamente abili, a lasciare immediatamente l'appartamento, mettendole quindi in sicurezza. "La casa era piena di fumo, lui ci ha preso e ci ha portato fuori salvandoci" ricorda.

Il sindaco: "Qui sortilegio maligno"

L'operaio ferito è ricoverato da ieri nel reparto di Rianimazione del Policlinico di Bari. Preoccupano le sue condizioni, ma non sarebbe in pericolo di vita. Il 40enne presenterebbe ustioni del 30/40% agli arti inferiori e superiori. Per aver inalato molto fumo, è stato necessario intubarlo. Già in giornata potrebbe esser trasferito presso il centro ustioni. I medici non si sbilanciano, la prognosi è riservata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le urla disperate dell'operaio ustionato durante l'esplosione: "Aiutatemi che sto bruciando"

FoggiaToday è in caricamento