menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giuseppe Conte, foto Ansa

Giuseppe Conte, foto Ansa

La strategia del Governo Conte: allentamento restrizioni e aperture progressive, mascherine fino al vaccino e app su base volontaria

L'intervento di Giuseppe Conte al Senato. La strategia da un punto di vista delle attività economiche e delle restrizioni e da un punto di vista sanitario

Progressivo e ordinato allentamento delle misure. Il Governo ha pronta la strategia, "un programma di progressive aperture che sia omogeneo su base nazionale e che ci consenta di riaprire buona parte delle attività produttive e anche commerciali tenendo però sotto controllo la curva del contagio in modo da intervenire, anche successivamente, laddove questa si rinnalzi oltre una certa soglia, soglia che non pensiamo debba essere formulata in termini meramente astratti ma vogliamo che sia commisurata alle specifica recettività delle strutture sanitarie di riferimento". Lo ha detto al Senato il premier Giuseppe Conte. Condizione sine qua non, la sicurezza nei luoghi pubblici e di lavoro. 

"Si prospetta ora davanti a noi una fase molto complessa, dobbiamo procedere a un allentamento del regime attuale delle restrizioni che riguardano le attività produttive e commerciali, dobbiamo fare il possibile evidentemente per preservare l'integrità, l'efficienza del nostro tessuto produttivo

I motori del Paese devono riavviarsi ma questo riavvio deve avvenire sulla base di un programma ben strutturato, articolato, che comporti una serie di modelli organizzativi del lavoro, delle modalità del trasporto pubblico ma anche privato, di tutte le attività connesse, anche per le misure di distanziamento sociale ci saranno alcune modifiche.

Non ci sfugge la difficoltà per i cittadini di continuare ad osservare regole fortemente limitative della loro libertà di movimento che hanno implicato una profonda modifica delle nostre abitudini di vita. Il ritorno alla normalità, seppure con una gradualità necessaria, è un'aspirazione comprensibile di tutti"

Il presidente del Consiglio dei Ministri aveva aperto il suo intervento con i cinque punti della strategia elaborata dal Governo sotto il profilo della risposta sanitaria all'emergenza 

Al punto numero uno il rispetto delle misure delle distanze sociali e l'utilizzo diffuso dei dpi fino a quando non saranno disponibili una specifica terapia e un vaccino. 

Al secondo punto un rafforzamento delle strutture sanitarie del territorio come arma principale per combattere il virus. Verrà poi intensificata la presenza di Covid hospital come strumento fondamentale della gestione ospedaliera dei pazienti.

E promosso l'uso corretto dei test, sia molecolari o dei tamponi, "che oggi sono l'unico strumento certo di identificazione dle virus", sia di quelli sierologici, "utile strumento di indagine e di conoscenza epidemiologica" ha sottolineato il premier.

Al quinto punto il rafforzamento della strategia di mappatura dei contatti sospetti o contact tracing e di tele assistenza, con l'utilizzo delle nuove tecnologie. L'app, "strumento essenziale per accelerare questo processo", è un servizio offerto su base volontaria e non obbligatoria. "Chi non vorrà scaricarla non subirà limitazione di movimenti o altri pregiudizi" ha precisato Conte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il "Fiasco" della campagna vaccinale, il caso Puglia nell'analisi del Financial Times: "Il 98% degli ultrasettantenni ancora senza dose"

Alimentazione

Proprietà e benefici delle fave

Attualità

O la si salva o la si uccide

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento