Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Pietramontecorvino

I sindaci dei Monti Dauni dicono “no” a Mongelli presidente dell’A.T.O.

Sindaci dei Monti Dauni, di San Giovanni Rotondo, San Nicandro e Isole Tremiti chiedono di rieleggere l'ufficio di presidenza

Domani mattina i sindaci dei Monti Dauni terranno una conferenza stampa nell’aula del Consiglio provinciale per spiegare le ragioni della richiesta di annullare quanto è stato deciso il 13 febbraio in ordine alla elezione del presidente e dell’ufficio di presidenza dell’A.T.O. A Palazzo Dogana spiegheremo nel merito i motivi della nostra contrarietà a quanto è stato deciso senza tenere in alcun conto i diritti, le prerogative e le necessità di un territorio ampio e articolato qual è quello della Capitanata.

La proposta che veniva da una larga parte dei sindaci dei Monti Dauni - ed era appoggiata dai sindaci di San Giovanni Rotondo, San Nicandro Garganico e Isole Tremiti – andava proprio in quella direzione, e invece si è deciso di fare altrimenti solo per una questione di ‘destra e di sinistra’ a scapito di una reale intenzione a risolvere i problemi concreti”.

E’ Rino Lamarucciola, sindaco di Pietramontecorvino, a commentare le scelte scaturite dallo svolgimento dell’assemblea per l’elezione di Gianni Mongelli  e dei due componenti, il sindaco di Manfredonia e quello di Deliceto.  “Venerdì, assieme ai sindaci di Castelnuovo della Daunia, Orsara di Puglia, Biccari e dei comuni dei Monti Dauni, spiegheremo cosa è successo e quali sono le nostre proposte per porre rimedio alle scelte operate”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I sindaci dei Monti Dauni dicono “no” a Mongelli presidente dell’A.T.O.

FoggiaToday è in caricamento