Sabato, 19 Giugno 2021
Attualità

Conto alla rovescia per la Puglia in zona bianca: si fa strada l'ipotesi del 14 giugno

L'effettiva incidenza rilevata in Puglia nella settimana 21-27 maggio è stata di 49,6 casi, quindi inferiore alla soglia richiesta. Se la Puglia dovesse entrare in zona bianca già da lunedì prossimo, allora la Cabina di Regia avrà tenuto conto proprio del valore preciso e non di quello arrotondato presente nel monitoraggio

Nella giornata di ieri, in Puglia come nelle altre regioni/province autonome in zona gialla, il coprifuoco è slittato alla mezzanotte. Un piccolo assaggio di quello che accadrà una volta che sarà certificato il passaggio in zona bianca, con l'eliminazione totale del coprifuoco (comunque previsto per tutte le regioni dal 21 giugno). Privilegio di cui già godono sette regioni (Abruzzo, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Molise, Sardegna, Umbria e Veneto) e al quale ambiscono, a partire dal 14 giugno, altre quattro. Cinque, se si include anche la Puglia. 

A tal proposito, come già evidenziato alcuni giorni fa, il tacco dello stivale rappresenta un caso limite sul quale non è stata ancora fatta chiarezza. Le indicazioni del Governo sono chiare: in zona bianca vanno le regioni "nei cui territori l’incidenza settimanale dei contagi è inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti per tre settimane consecutive", si legge sulla Gazzetta Ufficiale. La Puglia nelle ultime due settimane di monitoraggio ha fatto registrare rispettivamente una incidenza di 50 e 31 casi per 100mila abitanti.

Dunque, alla luce di quanto previsto, sarebbe necessario far registrare per altre due settimane una incidenza inferiore ai 50 casi per "festeggiare" l'ingresso in zona bianca il 21 giugno. Ma da più parti si ventila l'ipotesi che la Puglia, insieme a Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte e alla provincia autonoma di Trento, entri in zona bianca già dal 14 giugno. Come detto, i valori presenti nei monitoraggi sono arrotondati per eccesso. L'effettiva incidenza rilevata in Puglia nella settimana 21-27 maggio è stata di 49,6 casi, quindi inferiore alla soglia. Se la Puglia dovesse entrare in zona bianca già da lunedì prossimo (fermo restando una incidenza sotto soglia anche nel prossimo monitoraggio del 4-10 giugno, ndr), allora la Cabina di Regia avrà tenuto conto proprio del valore preciso e non di quello arrotondato. L'arcano sarà svelato nella serata di giovedì quando il Ministro Speranza firmerà le nuove ordinanze che certificheranno il cambio di colorazione delle regioni interessate. 

 L'incidenza regione per regione (in corsivo le regioni già passate in zona bianca)

Sicuramente dovranno attendere almeno fino al 21 giugno Basilicata, Calabria, Campania, Marche, Toscana e la provincia autonoma di Bolzano, reduci dal primo monitoraggio con una incidenza sotto i 50 casi. Si sposta, invece, alla fine del mese il passaggio della Valle d'Aosta, unica regione con valori ancora oltre la soglia (56 casi). 

Per quel che concerne i ricoverati, continua la discesa nei reparti di area medica e terapia intensiva. Nella giornata di ieri in Puglia i ricoverati nei reparti di malattie infettive e pneumologia sono scesi sotto quota 400, con un tasso di occupazione dei posti letto dell'11%. Sono invece 32 i positivi in rianimazione, ovvero il 5% dei posti letto disponibili. 

Capitolo vaccini: nella giornata di ieri la Puglia ha superato i 2,6 milioni di somministrazioni, ovvero il 92% rispetto alle dosi consegnate dal Commissario Nazionale per l'Emergenza. Oltre il 50% della popolazione vaccinabile ha ricevuto almeno una dose di vaccino. L'accelerata data nelle ultime settimane (nel Foggiano lo scorso weekend sono state somministrate quasi 20mila dosi) potrebbe portare la Puglia alla immunità di gregge prima della fine dell'estate. Secondo quanto ipotizzato dal Corriere della Sera, il 26 agosto la Puglia potrebbe raggiungere il traguardo del 70% di persone 'immunizzate'. Sarebbe la quarta regione in assoluto, dopo Campania, Abruzzo e Lombardia. Una previsione che, però, si basa sull'ipotesi che la media delle somministrazioni e delle forniture resti costante, così come quella delle adesioni dei vaccinandi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conto alla rovescia per la Puglia in zona bianca: si fa strada l'ipotesi del 14 giugno

FoggiaToday è in caricamento