Due contagi alla Parisi-De Sanctis, il Coronavirus si prende Foggia: "Ora 'Basta', vanno chiuse le scuole"

La soluzione al problema chiusura: oltre alla didattica a distanza per i docenti, lavoro agile per il personale ata e fasce di reperibilità per i collaboratori scolastici in caso di necessità indifferibili. "Senso di responsabilità verso la salute di tutti"

Angelo Basta

"In tempi di pandemia da Coronavirus chiudere le scuole si può e si deve". Angelo Basta, segretario generale Flc Cgil Foggia è fermo sul punto e invita i dirigenti scolastici ad adegursi alle necessità del momento. 

"In merito anche alle ultime gravi notizie relative alla scuola Parisi-De Sanctis di Foggia si vuole cogliere l'occasione per ribadire quanto già chiesto al Presidente della Regione Puglia, dalle sigle sindacali a livello regionale. Ovvero, la chiusura delle scuole e non solo la sospensione dell'attività didattica in presenza, che manterrebbe comunque in servizio il personale A.t.a. e il dirigente scolastico, categorie di lavoratori che non certo sono immuni al Coronavirus", spiega Basta a FoggiaToday.

Anche Foggia fa i conti con il Coronavirus: almeno tre i casi positivi, due in una scuola

"Se pensiamo poi che, per raggiungere la scuola di riferimento, il personale deve spostarsi, viaggiare (magari da un comune all'altro), capiamo bene a quali rischi stiamo esponendo sia i lavoratori che intere comunità! Del resto anche la stessa ministra, nella sua comunicazione, affermava di non avere il potere di chiudere le scuole come Miur, ma invitava, di fatto, i dirigenti a farlo nel momento in cui precisava di dover ridurre il più possibile i contatti personali, e che quindi la didattica doveva esser fatta a distanza e che la presenza del personale Ausiliario, Tecnico, Amministrativo e collaboratori scolastici doveva esser prevista solo nei casi di stretta necessità, di attività indifferibili".

La soluzione al problema sarebbe a portata di mano: "Ci risulta - continua il segretario generale Flc Cgil Foggia - che già in molte scuole della provincia i dirigenti hanno deliberato, di fatto, la chiusura degli ambienti fisici scolastici, disponendo per i docenti  inviti per la formazione a distanza, la procedura del lavoro agile per il personale ata e fasce di reperibilità per i collaboratori scolastici in caso di necessità indifferibili. Come Flc Cgil Foggia - conclude - invitiamo il ricorso a queste ultime modalità di lavoro e  questo eccezionale utilizzo del personale, affinché gli spazi fisici delle scuole restino chiusi. Questo per senso di responsabilità verso la salute di tutti vista la triste emergenza che stiamo vivendo, e visto - come ci dice il caso di stamane - che va tutelata la salute di tutto il personale presente nelle scuole, dai collaboratori ai dirigenti scolastici".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La Puglia diventa gialla: da domenica riaprono bar e ristoranti (fino alle 18) e via libera agli spostamenti tra comuni

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • Lo strano caso della Puglia 'Gialla' ma a 'rischio alto': foggiani verdi ma di rabbia

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

Torna su
FoggiaToday è in caricamento