Cane ucciso con l'acido, indagini in corso. Il sindaco: "Condanniamo ogni comportamento disumano verso gli animali"

Il commento di Michele Sementino sulla notizia del povero randagio morto dopo ore di agonia: "Sarà nostra premura accertarci dei motivi che hanno portato al decesso di quel povero animale indifeso"

Immagini di repertorio

Le foto del povero randagio sfigurato con l'acido e morto dopo ore di agonia hanno sconvolto l'intera comunità di Vico del Gargano.

Sul caso si è espresso anche il sindaco del comune garganico Michele Sementino. "Molti cittadini di Vico hanno letto sul web della vicenda che riguarda la terribile morte di un cane sottoposto a maltrattamenti. Il Comune di Vico del Gargano, esattamente come la maggior parte dei vichesi, ha saputo sommariamente quanto si presume sia accaduto soltanto attraverso i siti dell’informazione online. Sia sabato che nelle ore e nei giorni successivi, non è arrivata alcuna segnalazione in merito alla Polizia Municipale. Stiamo cercando di conoscere meglio la dinamica di una vicenda che, ancora oggi, non appare del tutto chiara. Sarà nostra premura, dunque, accertarci dei motivi che hanno portato al decesso di quel povero animale indifeso.

In attesa di avere un quadro preciso e riscontri certi di quanto accaduto, vogliamo sia chiara una cosa: la Comunità di Vico del Gargano ama e rispetta gli animali, per questo condanna senza riserve il comportamento criminale e disumano di chiunque abbia intenzionalmente causato dolore e sofferenza ai nostri amici a quattro zampe.

Negli ultimi anni - prosegue il sindaco - abbiamo ulteriormente intensificato i nostri sforzi per assicurare il benessere, l’igiene e la salute dei cani che vivono nel nostro territorio comunale. Continueremo a farlo, utilizzando al meglio le risorse e i mezzi di cui possiamo disporre. Il primo e più importante “strumento” contro il verificarsi di fatti simili a quello di cui abbiamo letto sul web si chiama “rispetto”. Rispettare la legge che tutela gli animali. Rispettare ogni essere vivente, favorire il rapporto corretto con quegli splendidi animali che sono i nostri amici a quattro zampe, compagni di vita meravigliosi per tante famiglie.

Sarà nostra premura - conclude Sementino - accertarci dei motivi che hanno portato al decesso di quel povero animale indifeso, in modo da poter decidere quali azioni intraprendere"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento