Parco del Gargano, ancora fumate nere per la presidenza: Emiliano dice no ai leghisti, muro cinquestelle su Ricci

Secondo indiscrezioni, non sarebbe riuscito il tentativo dei leghisti di far convergere il presidente delle Regione Puglia su Antonio Trombetta. In caduta anche le quotazioni di Ricci, salvo 'prove di forza' di Costa

Via anche Antonio Trombetta dalla rosa dei papabili per il Parco Nazionale del Gargano. Almeno per il momento. Secondo indiscrezioni, il tentativo dei leghisti di far passare la loro linea sull’ex piddino, oggi vicino a Salvini e a Massimo Casanova, si è scontrata col no del governatore Michele Emiliano, chiamato a condividere il nome con il Ministero dell’Ambiente.

Nebbia fitta, ancora, per ciò che concerne quella poltrona, vacante ormai da tempo, dunque. Pare non avrà miglior sorte, infatti, neanche la candidatura dell’ex rettore dell’Università di Foggia, Maurizio Ricci: il nome dell’accademico sarebbe  stato scelto dallo stesso Ministro Costa ma si sta scontrando con il no categorico del Movimento 5 Stelle. I parlamentari foggiani e la consigliera regionale Rosa Barone hanno già fatto pervenire al Ministro le loro doglianze. “E’ ormai bruciato” si sostiene da quelle parti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento