Don Uva, Menga e i cinquestelle dalla parte dei lavoratori: "Riorganizzazione del personale in alto mare"

Ex casa di cura Divina Provvidenza, quale futuro per i lavoratori? Il M5S torna a chiedere il Piano industriale a Roma e Bari

Il Don Uva di Foggia

A distanza di mesi dall’acquisizione delle case di cura Divina Provvidenza (ora Opera 'Don Uva') da parte della Universo Salute S.r.l, "la riorganizzazione del personale appare ancora in alto mare" sostengono i portavoce 5 Stelle in Consiglio regionale e in Parlamento, che tornano dunque a chiedere il Piano Industriale dell’azienda, richiesta già avanzata il 7 febbraio 2017 dalla consigliera M5S Antonella Laricchia "ma, ad oggi, rimasta inevasa"


Due le richieste inoltrate contemporaneamente in data odierna, una dai neodeputati M5S Davide Galantino e Rosa Menga all’indirizzo del MISE e del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e la seconda inviata dalla stessa Antonella Laricchia all’indirizzo del Presidente della Regione e del presidente della Task Force sul Lavoro e le crisi aziendali, Leo Caroli. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


“Per approfondire le condizioni per la sostenibilità, la gestione e l’organizzazione del lavoro - dichiara Laricchia - abbiamo chiesto al presidente della Task Force sul Lavoro e le crisi aziendali, Leo Caroli e al Presidente della giunta Michele Emiliano di ricevere, con urgenza, copia del Piano Industriale riguardante i complessi aziendali di Bisceglie, Foggia e Potenza redatto dalla Universo Salute S.r.l che, nel mese di febbraio 2017, ha acquisito la Congregazione Ancelle della Divina Provvidenza, in amministrazione straordinaria. Una richiesta inoltrata anche dai nostri parlamentari Menga e Galantino all’indirizzo di MISE e Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. I pazienti hanno bisogno di essere debitamente seguiti ed i lavoratori, a cui è già stato chiesto grande sacrificio, meriterebbero finalmente - conclude - quella serenità auspicata con il passaggio di gestione.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento