menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Gestione Covid un disastro". I Fratelli d'Italia a Conte: "Nomini un commissario per l'emergenza in Puglia"

Condivide la mozione anche Paolo Dell'Erba del gruppo Misto e boccia la scelta di affidare a Dattoli anche il ruolo di commissario del Policlinico di Bari

Commissariare la gestione e l’organizzazione del Covid in Puglia: è quanto chiede al premier Conte il gruppo regionale di Fratelli d’Italia in una mozione presentata al Consiglio regionale ed illustrata in una conferenza stampa a cui hanno partecipato anche il capogruppo de La Puglia Domani Paolo Pagliaro e del gruppo Misto Paolo Dell’Erba. 

Il documento consta di 26 punti in cui si elencano "le mancate e incomplete osservanze di norme e circolari del Ministero della Salute che hanno determinato il diffondersi dell'epidemia in Puglia, con il più alto tasso di mortalità tra tutte le regioni del Sud, del Centro, ma anche di alcune regioni del Nord".

Si va dalla mancata fornitura dei Dpi e dei tamponi agli operatori sanitari e nelle Rsa al mancato potenziamento dei posti letto di terapia intensiva e della medicina territoriale e domiciliare per finire ai posti letto di terapia intensiva aggiudicati in Fiera del Levante di Bari con procedura di urgenza per 10 milioni di euro "non conforme alle norme sancite dal Ministero per allocazione", alle giravolte comunicative di Michele Emiliano e al mancato rispetto della privacy dei pazienti.

Con l'articolata mozione, il gruppo di Fratelli d'Italia intende proporre di impegnare il Consiglio regionale a dichiarare l’inadeguatezza del presidente Emiliano e dell’assessore alla sanità Lopalco nell'affrontare l'emergenza.

Nel corso della conferenza stampa, il capogruppo Ignazio Zullo ha sollevato anche il problema dei ritardi nella vaccinazione anti influenzale, rilevando come "il sistema sanitario pugliese è fallimentare sotto tutti i punti di vista". A questo, ha aggiunto che dai dati che emergono dalla situazione epidemica, è molto preoccupante l’alta mortalità grezza e specifica, il forte e progressivo incremento dei contagi, l’assenza di rete di assistenza territoriale e domiciliare, i gravissimi rischi di focolai nelle Rsa per anziani, il sistema di monitoraggio e tracciamento saltato, l’incapacità di coordinare le azioni dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta, la disorganizzazione nei servizi Asl e il calo preoccupante della tenuta dei servizi sanitari.

Per il consigliere Luigi Caroli è opportuno fare chiarezza sui 133 testatori messi a disposizione solo per il contact tracing dalla Protezione civile, visto che finora non vi è stato alcun riscontro. 

"La gestione dell’emergenza Covid in Puglia è stata un disastro fin dall’inizio, nelle mani della coppia Emiliano-Lopalco campione di presenzialismo mediatico", ha detto il capogruppo de La Puglia Domani Paolo Pagliaro che chiede di porre "uno stop a quest’approssimazione spaventosa e saccente. Per il bene dei pugliesi". Suggerisce al governatore e all'assessore regionale alla Sanità di smetterla di "stare in tv e sui social, vadano a fare un giro nei pronto soccorso, dove i pazienti restano per ore in attesa nelle ambulanze. Ma soprattutto si facciano da parte, perché la salute dei pugliesi possa essere affidata a chi è capace di assicurarla”. 

Paolo Dell’Erba, consigliere regionale della provincia di Foggia, considera, peraltro, una scelta inappropriata la nomina del Commissario Dattoli al Policlinico di Bari nonostante il suo già complesso impegno di fronteggiare la difficile situazione in cui versa attualmente l’ospedale Riuniti di Foggia.

Di situazione di assoluta negatività ha parlato il consigliere Antonio Gabellone, il quale ha ribadito la necessità di un’inversione di tendenza e la volontà da parte loro di essere propositivi nell’interesse generale, nella speranza che ci sia attenzione per un migliore risultato in termini di assistenza sanitaria.

    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento