Ischitella, in Giunta manca la parità di genere: depositato ricorso al Tar

Intanto, la consigliera di minoranza Lucrezia Cilenti di “Uniti per Ischitella” annuncia l’intenzione di richiesta per l’intitolazione della nuova struttura socio-sanitaria “Casa alloggio per minori” alla piccola Nicolina Pacini

Ischitella - Immagine di repertorio

Dura presa di posizione del gruppo consiliare di minoranza “Uniti per Ischitella” nei confronti della Giunta Guerra. Durante i lavori dell’ultimo Consiglio comunale, infatti, è stata consegnata al presidente una nota a firma della consigliera Lucrezia Cilenti in cui annuncia una protesta ad oltranza, per sensibilizzare l’opinione pubblica ed il Sindaco Guerra sul ripristino della legalità in termini di parità di genere in Giunta, così come prevista dalla legge n. 56/2014 (legge del Rio). Dopo la nomina della Giunta, i consiglieri di minoranza D’Errico, Cilenti e Maiorano si sono rivolti in autotutela alla Consigliera di Parità della Regione Puglia, Serenella Molendini.

Da pochi giorni infatti l’avv. Armiento su incarico di quest’ultima ha depositato il ricorso al TAR avverso a tali provvedimenti di nomina ritenuti illegittimi. Sulla Giunta comunale di Ischitella, quindi, pende ormai la spada di Damocle del ricorso al TAR, in caso infatti di accoglimento del ricorso da parte del Tribunale Amministrativo, la Giunta dovrà perdere un componente di genere maschile: sembra blindata la posizione del vice sindaco Nobiletti (PD), mentre sembra più in bilico l’assessorato esterno del dott. Basile (PD) o in alternativa quella dell’avv. Merolla (SI).

A tutto questo, tuona l’opposizione, “va aggiunto il serio rischio di annullamento dell’intero operato deliberativo della Giunta, e l’aggravio delle spese legali a carico della collettività, forse anche per questo che gli atti deliberativi in tre mesi di gestione Guerra, si sono limitati a poco più di una dozzina, è auspicato pertanto  un atto di buon senso  da parte dell’intera maggioranza di governo”.

La consigliera Cilenti dichiara inoltre “che la sua protesta condivisa all’interno del gruppo civico di appartenenza, si protrarrà fin quando questa Giunta non verrà adeguata ai dettami di legge e comunque fino a quando il regolamento consiliare lo consentirà, oggi più che mai la voce del genere che rappresento si rende necessario per la nostra piccola comunità”. D’altronde, chiosa in fine la consigliera, “se rispetto di genere ci deve essere è proprio dalle Istituzioni che si deve iniziare”. Alla fine del Consiglio, Cilenti - in nome di tutto il gruppo “Uniti per Ischitella” - ha annunciato l’intenzione di richiesta per l’intitolazione della nuova struttura socio-sanitaria “Casa alloggio per minori” alla piccola Nicolina Pacini, la quindicenne uccisa poche settimane fa dall’ex compagno della madre, poi morto suicida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento