La conferenza Amiu non soddisfa Cislaghi: "Troppi dubbi, vogliamo risposte concrete"

E mentre si parla ancora di prospettive future del servizio, si resta in attesa delle promesse in merito alla sperimentazione della raccolta differenziata. “Ma non viene specificato come si farà, se sarà di prossimità o con il sistema porta a porta"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

La conferenza passa, i dubbi restano. A sollevare, ancora una volta, perplessità in merito all’azione di Amiu  Spa nella città di Foggia è Giorgio Cislaghi, segretario del Circolo “CheGuevara” (Rifondazione Comunista) che rilancia: “Molti sono i punti toccati in conferenza stampa dall’amministratore di Amiu che ci lasciano perplessi perché non è dando i numeri del servizio questo diventa soddisfacente”.

“Sull’impiego del personale – continua Cislaghi -  dopo i demansionamenti per rendere compatibili i costi del servizio con i ricavi della Tares, continuiamo ad avanzare dubbi sulla valorizzazione del personale istruito e specializzato nella conduzione dei side-loader perché osserviamo che continuano ad aumentare i cassonetti danneggiati. Per quel che riguarda la cura dei marciapiedi va segnalata l’assenza di una puntuale rimozione delle erbe infestanti che vi crescono ai bordi. E’ utile che si chiarisca, una volta per tutte, di chi sia la competenza di questi interventi perché le erbe infestanti  possono costituire un pericolo per la circolazione stradale come nel caso della rotonda di via Mandara, e questo è solo un esempio”.

E mentre si parla ancora di prospettive future del servizio, si resta in attesa delle promesse in merito alla sperimentazione della raccolta differenziata. “Non possiamo che rammaricarci perché non viene specificato come si farà, se sarà di prossimità o con il sistema porta a porta. Viene solamente promesso che si comincerà la sperimentazione con due postazioni mobili, attivabili con schede e che il conferimento in queste postazioni darà diritto a dei bonus economici, come avviene nel comune di Bari. L’amministratore di Amiu avrebbe fatto bene a dare i numeri di questo tipo di ‘sperimentazione barese’, quanto differenziato è stato raccolto e quali problemi ha evidenziato”.

“A tale riguardo ricordiamo ai dirigenti di Amiu che a Foggia vi sono molte postazioni automatizzate per la raccolta differenziata, che funzionano anche queste con la tessera magnetica personale (è possibile distribuirne sino a 4000 coprendo circa il 30% dei nuclei familiari foggiani) e probabilmente rimetterle in uso costa molto meno dell’acquisto delle due postazioni mobili perché pensiamo che non si voglia interrompere la sperimentazione barese trasferendo a Foggia le due postazioni che operano su Bari. Quello che ci ha lasciato stupiti non sono le smentite di promozioni più o meno meritate ma la mancanza di una qualsiasi giustificazione per il ritardo nell’assunzione di tre ex dipendenti di Amica che, al pari di altri, avevano maturato gli stessi diritti all’assunzione prima dell’8 agosto, giorno in cui scadeva il periodo di godimento del sussidio di disoccupazione”.

“Quello che non ha detto l’amministratore di Amiu – conclude Cislaghi - è cosa abbia ostacolato l’avvio della raccolta differenziata nei tempi e nei modi promessi a febbraio.  Cosa abbia impedito di mantenere l’impegno, preso con l’associazione “Rifiuti Zero”, di sostenere la sperimentazione di un sistema di raccolta “porta a porta” che doveva coinvolgere 100 famiglie. All’amministratore di Amiu diamo atto di esercizio della coerenza, perché non ha mai nascosto la sua reticenza verso li sistema di raccolta “porta a porta” ma, se intende fare la raccolta differenziata come viene fatta in alcune zone di Bari aggiungendo un piccolo contenitore per la frazione umida ai cassonetti tradizionali, pensiamo che l’obbiettivo del 65% di raccolta differenziata stabilito dalle normative vigenti sia un traguardo difficile da raggiungibile”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento