Politica

Pedota indagato, Rosa Barone chiede la testa del direttore degli Ospedali Riuniti

Tramite un’interrogazione regionale presentata al presidente Emiliano, la consigliere regionale foggiana ha chiesto le dimissioni di Antonio Pedota, indagato nell’inchiesta dell’ospedale San Carlo di Potenza

Indagato in qualità di ex direttore amministrativo nell’inchiesta della procura di Potenza sulle “estensioni” del mega appalto delle pulizie all’ospedale San Carlo di Potenza, l’attuale direttore generale degli Ospedali Riuniti di Foggia, Antonio Pedota, finisce nel mirino dei cinquestelle pugliesi che tramite un’interrogazione regionale presentata da Rosa Barone al presidente Emiliano, ne hanno chiesto le dimissioni.

Queste le parole della consigliera regionale foggiana pentastellata: “Ho presentato una interrogazione regionale urgente diretta al presidente Emiliano, che in questo momento detiene anche la delega alla Sanità e che sta dimostrando ancora una volta la sua incapacità nel gestire un assessorato che meriterebbe più attenzione, zelo ed etica. Vogliamo avere risposte certe ed immediate circa la conoscenza o meno di Emiliano sui fatti esposti dalla DDA di Potenza con conseguente richiesta di dimissioni del direttore Pedota.”

Per quanto riguarda la posizione di Pedota, il pubblico ministero ipotizza il reato di turbativa d'asta nella scelta del contraente: “Non possiamo accettare che ancora una volta una classe dirigente del mondo sanitario sia coinvolta in indagini così serie. Emiliano ha una grossa responsabilità nel caso in cui dovesse acconsentire ad accettare una dirigenza collusa con un sistema opaco, poco trasparente e dalle probabili connessioni con il mondo della malavita, così come dimostrato dalle intercettazioni al vaglio degli inquirenti.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedota indagato, Rosa Barone chiede la testa del direttore degli Ospedali Riuniti

FoggiaToday è in caricamento