Bufera nel Foggiano: aria gelida e neve a gogò fino a domani, a tutte le quote e anche sul mare

Allerta gialla per neve da stasera e per le prossime 24 ore. Anche a quote basse e sul livello per mare. Le raccomandazioni per difendersi dal maltempo

Sant'Agata di Puglia, foto di Gerardo Fabiano

Non si arresta - la situazione resterà tale e peggiorerà nelle prossime ore e anche domani - l'ondata di maltempo che da alcuni giorni sta interessando la provincia di Foggia, in particolar modo le aree interne del Gargano e i comuni dei Monti Dauni, letteralmente investiti da una tormenta di vento, gelo e neve, un mix esplosivo che sta creando non pochi disagi alla circolazione stradale, ma che per adesso, ad eccezione di lievi sinistri per i quali si è reso necessario l'intervento dei vigili del fuoco e dei volontari della protezione civile, non ha ha provocato danni irreparabili o comunque gravi.

La neve in Capitanata: le immagini video

Resta alta l'attenzione sulle arterie provinciali, statali e autostradali e prosegue l'azione spargisale da parte dei mezzi Anas. Temperature sotto lo zero un po' ovunque e precipitazioni nevose che raggiungeranno il livello del mare sui settori centro-meridionali adriatici, localmente sul resto del Sud. A determinare la discesa di aria fredda di origine artica, la contrapposizione tra un’ampia area depressionaria sull’Europa orientale ed un anticiclone posizionato sul vicino Atlantico.

Sono quindi previste per le prossime ore nevicate a tutte le quote con apporti al suolo moderati e temperature generalmente basse in serata, con valori fino a molto bassi alle quote collinari; diffuse gelate notturne e mattutine nelle zone interessate dalle nevicate, persistenti anche durante il ciclo diurno alle quote collinari e montuose. Quota neve tendente a generale rialzo nella giornata di domani.

Il Centro Funzionale ha esteso l'allerta gialla per neve a partire dalla sera di oggi, 4 gennaio 2019 e per le successive 24 ore su tutto il territorio regionale. La Protezione Civile Regionale monitorerà gli eventi fornendo aggiornamenti in merito all’evoluzione della situazione meteorologica attesa ed in atto e sulla viabilità.

In caso di nevicate e gelate

procurarsi l’attrezzatura necessaria contro neve e gelo, sia per la tutela della persona (vestiario adeguato, scarponi da neve), sia per togliere la neve dai pressi della propria casa o dell’esercizio commerciale (come pale per spalare e scorte di sale);

avere cura di attrezzare adeguatamente la propria auto, montando pneumatici da neve o portando a bordo catene da neve, preferibilmente a montaggio rapido, controllare che ci sia il liquido antigelo nell’acqua del radiatore, verificare lo stato della batteria e l’efficienza delle spazzole dei tergicristalli, tenere in auto i cavi per l’accensione forzata, pinze, torcia e guanti da lavoro;

verificare la capacità di carico della copertura del proprio stabile così da evitare che l’accumulo di neve e ghiaccio sul tetto possa provocare crolli;

non utilizzare mezzi di trasporto a due ruote e, se si è costretti a prendere l’auto, attuare queste semplici regole di buon comportamento:

liberare interamente l’auto dalla neve;

tenere accese le luci per essere più visibili sulla strada;

mantenere una velocità ridotta, usando marce basse per evitare il più possibile le frenate e prediligere l’uso del freno motore;

aumentare la distanza di sicurezza dal veicolo che precede;

in salita procedere senza mai arrestarsi, perché una volta fermi è difficile ripartire;

prestare attenzione ai lastroni di neve che, soprattutto nella fase di disgelo, potrebbero staccarsi dai tetti;

prestare attenzione alla formazione di ghiaccio sia sulle strade che sui marciapiedi, guidando con particolare prudenza.

In caso di vento forte

prestare maggiore attenzione alla guida di autoveicoli e moderare la velocità, al fine di evitare sbandamenti;

evitare le zone esposte a forte vento per il possibile distacco di oggetti sospesi e mobili (impalcature, segnaletica, ecc.) E di caduta di oggetti anche di piccole dimensioni e relativamente leggeri (vasi, tegole…);

non sostare lungo viali alberati per possibile rottura di rami;

prestare attenzione lungo le zone costiere, e, in presenza di mareggiate, evitare la sosta su moli e pontili.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Grave attentato nel Foggiano: aperti bocchettoni dei silos di un'azienda, migliaia di litri di vino dispersi nelle campagne

Torna su
FoggiaToday è in caricamento