Salta il cantante alla festa patronale di Lucera, lo ha deciso il sindaco Tutolo: "Costi troppo alti, cambiamo format"

In una diretta Facebook il primo cittadino annuncia il cambio di programma. Pochi 25mila euro per avere un grande artista. "Faremo qualcosa di alternativo ma ugualmente bellissimo e attrattivo". E illustra le scelte

Per la prima volta i festeggiamenti in onore di Santa Maria Patrona a Lucera non contempleranno il concerto di un cantante nazionale. Lo ha deciso l’amministrazione Tutolo, che nei giorni scorsi aveva anche smentito una trattativa con Biondo, il rapper di ‘Amici’ protagonista di uno scontro proprio col primo cittadino (“reo” di aver postato su Facebook un post denigratorio, a dire dell’artista romano).

Nessun cantante. Quest’anno, per il 16 di agosto, si cambia. Tutolo lo annuncia con una diretta di Facebook. “Lucera è diventata una piazza esigente e con questo dobbiamo fare i conti. Da quando la Curia ha deciso di non accollarsi più le spese per questi eventi, tocca farlo all’amministrazione comunale. Abbiamo provato a contattare Loredana Bertè, abbiamo pensato a Max Gazzè” ma i costi non collimano con quanto c’è disponibile in cassa: 25mila euro, omnicomprensivo. Motivo per cui si cambia formula. “Abbiamo pensato di fare più eventi con quei soldi, non il tradizionale cantante, ma qualcosa di diversificato ed ugualmente attrattivo, se non di più, distribuito in più momento e in diverse zone della città. Sono convinto che porteremo un buon risultato”.

Come festeggerà, dunque, Lucera la sua festa? Per i più giovani è in programma un dj set di Radionorba in piazza della Repubblica. Musica e spettacolo, perché i più esigenti potranno ammirare lo spettacolo “Fata” a cura della stessa compagnia che a Natale si esibì sulla facciata del duomo di Lucera, la ResExtensa Dance Company: stesso format, più esibizioni, una ogni mezzora. “Ho visto qualcosa, vi lascerà a bocca aperta anche stavolta” preannuncia il sindaco, che da due anni a questa parte gira in lungo e in largo per portare a Lucera eventi, natalizi e non, di un certo spessore culturale, sì da renderla attrattiva e punto di riferimento culturale. Sempre sulla scia di quanto andato in scena a Natale e a grande richiesta, torneranno anche le fontane danzanti in piazza Matteotti. Quindi l’evento nell’evento con l’illuminazione della fortezza lucerina.

Un programma diverso, alternativo e, pertanto, sicuramente divisivo. Si subodorano polemiche. Tutolo lo sa e prova ad anticiparle: “Riteniamo di fare qualcosa di bello e attrattivo – dice-. Noi ci stiamo provando, contenti ed entusiasti, poi vedremo come andrà e saremo pronti a ricrederci se non dovesse andare bene o a migliorarlo per il prossimo anno”. E però, di fronte ai costi dei cantanti, era l’unica via, par  di capire.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Capitolo a parte sulle giostre. Il luna park è probabile che non ci sarà. Il ricordo della morte di Giusy Mucciacciaro, la 22enne lucerina che il 16 agosto 2011 morì dopo essere stata sbalzata dalla giostra in movimento “Adrenalina X-treme”, è ancora vivo nella comunità federiciana. “Io non ho nulla contro i giostrai – dice in premessa Tutolo-, ma ho chiesto delle garanzie: un piano di sicurezza che sia rispetto delle norme a tutela e garanzia dei cittadini perché noi non abbiamo dimenticato quanto accaduto, e una fideiussione per il suolo pubblico su cui si insedieranno. Su quest’ultima cosa i giostrai hanno avuto delle perplessità. Io sono irremovibile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • E' morto Dario Montagano: l'imprenditore sanseverese trovato senza vita in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento