Gino Lisa, Rete delle Associazioni: “Articolo La Stampa è baricentrismo”

"Mera e scarna valutazione personale di un giornalista della provincia di Bari". La Rete delle Associazioni in risposta all'articolo scritto da Giuseppe Salvaggiulo sulla vicenda dell'aeroporto foggiano

Fot manifestazione "Gino Lisa"

La Rete delle Associazioni risponde all’articolo di Giuseppe Salvaggiulo apparso sul quotidiano “La Stampa” in merito alla vicenda dell’aeroporto Gino Lisa di Foggia.

PREMESSA - “Con amarezza per quanto letto, ci sentiamo il dovere di replicare a quanto noto e diffuso, anche attraverso gli organi di stampa locale, da un Vostro giornalista, il sig. Giuseppe Salvaggiulo, in merito alla definizione offerta sul nostro scalo aeroportuale di Foggia e allo sperpero di denaro pubblico programmato in Suo favore, o anche disposto in passato.

Non è una questione di mero campanilismo meridionale, o foggiano in particolare, che ci porta a rispondere al Vostro giornalista, oltretutto pugliese (di Altamura, provincia di Bari, per la precisione), ma è la necessità di far luce e chiarezza, nei limiti delle nostre competenze di semplice gruppo di cittadini civili e volenterosi che hanno deciso, uniti, di scendere in piazza, il 19 novembre scorso, per difendere il sogno di poter continuare a volare anche nella nostra amata terra di Capitanata.

LA RISPOSTA - Come si può ritenere inutile un investimento pubblico, mirato all'ampliamento di una struttura aeroportuale come quella di Foggia, sulla scorta d'inutili affermazioni atecniche, prive cioè di riscontro oggettivo, queste si frutto davvero di biasimevole campanilismo di matrice non ben chiara o nota, per essere buoni.

Come si può non considerare che l'aeroporto di Foggia, il Gino Lisa, contribuirebbe allo sviluppo economico di un territorio, quello della provincia in particolare, che ricordiamo vive di turismo e che offre all'Italia un immagine bellissima del suo incontaminato paesaggio.

Come si può non valutare necessario l'apporto di un finanziamento pubblico, molto spesso di natura europea, che ovunque, non solo a Foggia dunque, specie nel caso di aeroporti, risulta fondamentale, specie per le compagnie presenti, al fine di offrire un sevizio possibile ed usufruibile agli stessi utenti viaggiatori, specie in una fase di start up. Come si può, e con questo chiudiamo la nostra legittima risposta, non apprezzare lo sforzo politico, che ci auspichiamo continui, di offrire, ad un territorio sofferente come quello della Capitanata, una possibilità di risalita.

CONCLUSIONI - Bene, se tutto questo Vi sembra campanilismo o foggianesimo, non vi chiederemo di certo scusa!  Non è intenzione di questa Rete, costituita da diverse associazioni no profit del territorio, accettare un tale "giudizio", privo, oltretutto, di ogni valido contributo tecnico, giuridico, amministrativo ed economico, ma frutto solo, pertanto, di una mera e scarna valutazione personale di un giornalista della provincia di Bari (questo è il "baricentrismo" che condanniamo fermamente!). Per quanto dovuto."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento