Economia Candela

Licenziamenti illegittimi: 35 operai saranno rimborsati, ma non reintegrati

Daniele Calamita: "Per effetto della Legge Fornero, gli operai del Gruppo Ciccolella, non saranno reintegrati ma rimborsati ciascuno di 17 mensilità"

Soddisfazione è stata espressa dalla Flai Cgil di Capitanata per l’esito della vertenza che ha contrapposto diversi lavoratori, circa il 15% dei licenziati alla CG Partecipazioni del Gruppo Ciccolella. L’azienda, presente con un suo sito produttivo nell’area di Candela, è stata condannata da Giudice del Lavoro del Tribunale di Foggia a pagare ad ogni operaio 17 mensilità a seguito di un licenziamento viziato dal mancato rispetto delle procedure 223/91.

Daniele Calamita, segretario generale della Flai Cgil: “Il giudice ci ha dato piena ragione circa l’illegittimità del licenziamento, ma purtroppo gli operai pagano gli effetti negativi della legge 92/2012, meglio nota come Riforma Fornero, che per i licenziamenti illegittimi, invece del reintegro nel posto di lavoro, prevede un risarcimento dei danni. Una norma profondamente ingiusta”.

FLAI CGIL:  “A nulla è servita la piena disponibilità del sindacato a discutere con l'’azienda su forme diverse di organizzazione del lavoro e di riconvertire a produzioni che avrebbero consentito di evitare questo epilogo. Un atteggiamento arrogante che è sfociato poi nei licenziamenti senza il rispetto delle procedure previste. Resta la soddisfazione per aver in parte attenuato il disagio dei lavoratori e per aver visto i lavoratori fidarsi della nostra battaglia politica e del nostro patrocinio in sede giurisdizionale”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenziamenti illegittimi: 35 operai saranno rimborsati, ma non reintegrati

FoggiaToday è in caricamento