Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Rocchetta Sant'Antonio

Tumori e gravi patologie, decessi in aumento nel Foggiano: il caso finisce a Bari

Da Rocchetta Sant’Antonio il dott. Luigi Ruberto consegna la petizione sulle neoplasie al consigliere regionale, Napoleone Cera, che inoltra un’interrogazione urgente



 

Dopo la raccolta firme e le battaglie partite dai banchi del Consiglio comunale di Rocchetta Sant’Antonio, Luigi Ruberto, referente dell’Unione di Centro, nei giorni scorsi ha consegnato al consigliere regionale Napoleone Cera la petizione sulle neoplasie, che riguarda anche la richiesta dell'attivazione in forma estesa del registro provinciale dei tumori in Capitanata: “Questo passo ulteriore nasce dall’esigenza di sensibilizzare le Istituzioni territoriali a tutti i livelli, considerato che ad oggi le Istituzioni coinvolte sono state silenti”. Aggiunte Ruberto: “Non è dato sapere infatti quali provvedimenti siano stati adottati per studiare al meglio il fenomeno che sta colpendo l’intera Capitanata nel silenzio assordante delle forze di Governo, ma è indispensabile che la Politica ricominci ad interessarsi dei problemi della gente, e non sia solo strumento di potere per il potere”.


Ruberto – contrario all’installazione di nuovi impianti energetici – non risparmia critiche all’indirizzo del mondo ambientalista “che non osserva con la dovuta obiettività quanto accade sul territorio”. Il referente e promotore della petizione prosegue: “L’auspicio è che chi ha il potere di stringere i controlli su tutta la filiera agroalimentare lo faccia quanto prima, così pure per quanto attiene tutte le forme produttive atte ad inquinare”. E conclude: “E’ necessario contemperare le esigenze della produzione e della economia con quelle del diritto alla salute e alla vita che sono  prioritarie rispetto  a tutto il resto”

.

Sul caso si è espresso anche il consigliere regionale sammarchese de i ‘Popolari, Napoleone Cera: "Servono accertamenti urgenti, verifiche ed analisi appropriate per capire le ragioni che determinano l'elevato numero di casi di malattie tumorali ed altre gravi patologie. Ci riferiamo alle manifestazioni di morbosità e alle situazioni riscontrate nella popolazione della Capitanata e in particolar modo del Gargano e dei Monti Dauni".


Queste le motivazioni che hanno spinto il presidente del gruppo in Regione Puglia, all'inoltro di una interrogazione urgente al presidente della Giunta, nonché all'assessore all'Ambiente:
"L''interrogazione serve perché si proceda con urgenza a controlli e analisi specifiche sul territorio per monitorare adeguatamente sia la qualità dell'aria, sia le falde acquifere e di superficie, utilizzando le competenze di Arpa Puglia e delle Asl territorialmente competenti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tumori e gravi patologie, decessi in aumento nel Foggiano: il caso finisce a Bari

FoggiaToday è in caricamento