Tumori, troppe morti nel Foggiano: decessi in aumento anche sui Monti Dauni

Il prefetto riceve Luigi Ruberto per la consegna ufficiale della petizione popolare per la richiesta di istituzione del registro provinciale dei tumori e di maggiori controlli e approfondimenti

Immagine di repertorio

Questo pomeriggio il dott. Luigi Ruberto sarà ricevuto dal prefetto Tirone per la consegna ufficiale dell'originale della petizione popolare promossa a Rocchetta Sant’Antonio per portare le istituzioni territoriali ad un sussulto di riflessione sui decessi per tumori in Capitanata e nei piccoli comuni dei monti Dauni. La  petizione, riguarda la richiesta dell'attivazione in forma estesa del registro provinciale dei tumori in Capitanata, visto che ad avviso di medici, cittadini, e di molti che si occupano di ambiente e sociale, i dati delle neoplasie sono in aumento e non risparmiano neanche i comuni interni, dove anni fa si viveva una vita più salubre.

L'auspicio del movimento ‘Club Liberal’ è che Regione, Provincia, Asl e Prefettura, si attivino maggiormente per un monitoraggio del territorio, sia in termini ambientali e che per quanto attiene la somministrazione di alimenti e bevande, nonché i controlli sui soggetti che immettono in atmosfera elementi inquinanti.

Afferma il dott. Luigi Ruberto: “Il movimento civico punta a rompere il muro di gomma presente in provincia su questo tema. I dati parlano chiaro, perché in quasi tutti i comuni dauni la mortalità è aumentata come nei grossi centri. I dati diffusi dall’Asl affermano come in centri con una popolazione con un  range da 1700 a 1900 abitanti ci sono stati - dal 2000 al 2009 - 178 casi di soggetti ammalati di patologie neoplastiche e 73 decessi in 9 anni. Tutti i comuni hanno un range simile con 8,1 decessi annui per neoplasie, mentre i dati nazionali parlano di 4 decessi ogni 1000 abitanti di sesso maschile e 3 ogni 1000 abitanti di sesso femminile”.

Il promotore della petizione ‘Neoplasie’ conclude: “La Capitanata e i monti dauni devono interrogarsi con rigore, e le istituzioni attivarsi maggiormente per tutelare l 'ambiente e la salute pubblica”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento